Tempo di lettura: 5 minuti

preparare lo zaino da viaggio

Ed eccomi di nuovo a parlare di uno dei miei argomenti preferiti: lo zaino da viaggio. C’è un rapporto speciale tra me e il mio adorato Colombo ( il suo nome ). Non so dirti esattamente cosa, so solo che quando lo prendo in mano e lo inizio a riempire il mio cuore batte all’impazzata proprio come se stessimo facendo l’amore. Sono follemente, perdutamente e incondizionatamente innamorata di lui. Mi fa sentire completa e quando lo sento sulle spalle mi sento un’esploratrice instancabile e queste sensazioni sono impagabili! Ti senti anche tu così? Ok, forse io sono un tantino plateale, ma è esattamente quello che provo e tanto per rimanere in tema oggi ti parlerò delle 7 regole di base per preparare lo zaino da viaggio!

Preparare lo zaino da viaggio: 7 indicazioni da seguire alla lettera

Sfrutta tutte le tasche disponibili

Ogni zaino da viaggio possiede delle tasche interne ed esterne quindi prima di acquistarne uno è importante ricordarsi che più scompartimenti possiede meglio è. Tenere il proprio zaino in ordine, soprattutto se si sta affrontando un lungo viaggio, è di vitale importanza per non strippare ogni volta che si cerca qualcosa di nuovo.

Infila gli oggetti piccoli dove puoi trovarli subito

Ah, quanto adoro l’ordine. Ora ti spiego come mi organizzo: nella zona principale dello zaino ci infilo l’abbigliamento, gli accessori di una certa stazza e le scarpe. Per quanto riguarda l’intimo e altri oggetti di piccola dimensione, sfrutto le tasche come se non ci fosse un domani e ovviamente ognuna ha un compito diverso: tutto quello che ha a che fare con la tecnologia va in un posto, le mutande, i calzini e i reggiseni in un’altra zona dello zaino e così via. Questo è senza dubbio il modo migliore per amministrare gli spazi interni ed esterni dello zaino.

Indossa le scarpe più ingombranti

A colpo d’occhio può non sembrare, ma ti assicuro che se parti indossando le scarpe da trekking, e intendiamoci io porto un 35 quindi non sono neanche tanto grandi, piuttosto che infilarle nello zaino risparmierai tantissimo spazio e avrai meno peso sulla schiena!

A proposito di scarpe da trekking…leggi anche:

Sistema gli abiti in ordine d’utilizzo

Uno degli errori più comuni quando si inizia a fare lo zaino è quello di infilare tutti gli indumenti a casaccio. Per costruire uno zaino ordinato e funzionale ci vuole metodo e calma 🙂

Prendi il tuo programma di viaggio e ripensa alle tappe che toccherai in ordine temporale e da lì inizia a sistemare con logica i tuoi abiti.

Quando sono partita per il Perù sapevo che i primi 10 giorni di viaggio li avrei passati in zone fredde e caratterizzate da altitudini piuttosto elevate, mentre per quanto riguarda gli ultimi 15 giorni avevo deciso di farmi coccolare da temperature calde e secche ( Lima, Trujillo, Nasca, Arequipa ), e così ho sistemato lo zaino con ordine mettendo in fondo i vestiti a manica corta e in primo piano l’abbigliamento caldo e tecnico, che mi sarebbe servito di li a breve per fronteggiare i vari trekking e le temperature più basse.

Arrotola i vestiti

Ti ricordi quando ti ho parlato del metodo KonMari per quanto riguarda il creare una valigia perfetta? Ecco, lo stesso metodo può essere applicabile alla costruzione dello zaino. Crea degli involtini di vestiti arrotolandoli e fissando le due estremità con degli elastici e vedrai che 1) lo zaino rimarrà ordinato e 2) troverai ogni cosa in un batter d’occhio.

Se vuoi vedere il tutorial di come si creano gli involtini di vestiti, clicca questo link. Ho utilizzato tante immagini per lo step by step 🙂

Non appallottolare i panni sporchi

L’errore più grande che puoi fare è di appallottolare i panni sporchi. Se non hai il tempo per lavarli o per portarli in lavanderia, non devi far altro che continuare a creare i sushi vestiti e ad infilarli dentro alle comuni buste di plastica per tenerli lontani dagli indumenti puliti.

Gli oggetti più pesanti in fondo

Per non ridurre in poltiglia i tuoi vestiti e accessori, ti consiglio di infilare gli oggetti più pesanti in fondo allo zaino! Cerca di distribuire il peso in parti uguali, in modo che lo zaino non sia sbilanciato e non ti procuri dei fastidi alle spalle e alla schiena.

Bene bene bene: ora che conosci per filo e per segno come preparare lo zaino da viaggio non mi resta che augurarti buone vacanze 🙂

Non avere fretta perché le cose si imparano col passare del tempo e facendo tanta pratica. Tratta il tuo zaino con amore e riguardo. E’ il tuo best friend e ne subisce di cotte e di crude: sballottamenti in aeroporto, su altri mezzi di trasporto, sopporta qualsiasi temperatura, odore, peso ecc, ecc 🙂

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un like alla mia pagina Facebook e seguimi su Instagram Presto inizieranno nuove entusiasmanti avventure in giro per l’Europa e per il mondo. Non vorrai mica perdertele vero? 🙂

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »