Se mi conoscete almeno un po’, avrete capito che sono una backpacker a tutti gli effetti. Amo girare con lo zaino e non potrei farne a meno per nessuna ragione al mondo. Oggi vi darò qualche tips su quale tipologia di zaino da viaggio comprare!

zaino da viaggio

Da qualche parte ho ancora le mie valigie che restano sempre utili per qualche giro in Italia o per un viaggio su qualche isola deserta in cui si arriva e non ci si sposta da lì finché non si ritorna in Italia. Per tutto il resto c’è il mio amatissimo zaino da 80 litri ad accompagnarmi in giro per il pianeta!

Zaino da viaggio, come scegliere quello giusto

Scegliere il giusto zaino da viaggio non è così semplice come può sembrare. Il vostro backpack vi accompagnerà in giro per il pianeta alla scoperta di luoghi molto caldi, molto freddi, molto umidi e molto piovosi. Lo porterete con voi per fare dei trekking, per fare delle passeggiate nella giungla o in qualche bosco. Le caratteristiche che deve possedere un signor zaino da viaggio sono tante e tutte molto importanti. Vediamo assieme quali…

Caratteristiche da tenere in considerazione per scegliere il giusto zaino da viaggio

Partiamo dai due elementi più importanti:

Supporto per la schiena e cinghie

Scegliere uno zaino da viaggio senza il supporto per la schiena e le cinghie è da pazzi! 1) sarete più scomodi e 2) rischiate di farvi seriamente male alla schiena. Se avete scelto di girare il mondo con lo zaino non badate a spese, sia se state organizzando un viaggio singolo sia se state per intraprendere un tour di 12, 24 o 36 mesi alla scoperta del nostro pianeta.

Il supporto è una sorta di schienale in plastica dura in perfetta simbiosi con lo zaino e si trova nel punto in cui poggia la vostra schiena. Vi permette di tenerla dritta e rigida per non incorrere in problematiche gravi che possono saltar fuori a lungo andare…

Le cinghie si trovano ad altezza seno e fianchi e se allacciate vi aiuteranno a distribuire meglio il peso del vostro zaino da viaggio, riducendo lo sforzo che sono costrette a subire le spalle!

Materiale

Un altro fattore da considerare assolutamente nella scelta dello zaino da viaggio è il materiale con il quale è stato costruito. Ricordatevi che deve resistere alle intemperie, agli sballottamenti in aeroporto, ai voli che subirà nelle varie camere d’albergo/ostello ecc, ecc.

Sceglietene uno resistente all’acqua, con k-way integrato e traspirante.

Modello e capienza

Esistono diversi tipi di zaini da viaggio e ogni modello si adatta alla tipologia di percorso che andremo ad intraprendere. Vi faccio un esempio specifico per spiegarmi meglio. Se mi seguite sui miei canali social saprete sicuramente che il 7 di dicembre partirò per il Perù e dato che raggiungerò Aguas Calientes a piedi ( il trekking durerà 3 ore e attraverserà la giungla ), dovevo comprare un secondo zaino da viaggio che si adattasse a questo tipo di esperienza, ovvero ne troppo piccolo (10 o 20 litri, ne troppo grande 40-80 litri ).

Mi allontanerò da Cuzco solo per un giorno e mezzo quindi sarebbe assurdo portare sulle spalle quello da 80 litri che mi sono comprata su Amazon. Ho acquistato due zaini da viaggio per due esigenze diverse tenendo conto del modello e della capienza necessaria per affrontare questi tour.

Consigliare la capienza corretta per una determinata meta non è semplice perché molto dipenderà da quanto siete minimalisti o meno. Vi scriverò qualche indicazione generica per aiutarvi a prendere più dimestichezza ma ricordate…scegliere il giusto zaino da viaggio è personale. Personalmente, con uno zaino da 80 litri, sto via un mese senza problemi. Ricordatevi che i vestiti si possono lavare quindi non c’è bisogno di portarsi dietro l’armadio intero se si viaggia per qualche settimana o mese.

La capienza di uno zaino viene calcolata in litri. Partiamo dalle misure più alte per poi andare a scendere.

Gli zaini che partono dai 60 litri e arrivano ai 120 sono enormi e si utilizzano sia per girare il mondo no stop, sia per fare campeggio con tenda propria, pellegrinaggi o all’avventura ( cammino di Santiago, cammino Inca ).

Dai 60 litri ai 40 potrete girare per qualche mese per il mondo senza troppi pensieri concedendovi un po’ di shopping e qualche souvenir per la vostra casa o per i vostri amici e parenti.

Con un zaino che va dai 40 ai 30 litri potrete condurre una vacanza dalla durata di una settimana o meno.

Se ne scegliete uno dai 30 ai 15 sappiate che è quello perfetto per una gita fuori porta nel fine settimana o per un giretto di un giorno.

Tasche

Più tasche ci sono meglio è! L’ordine e l’organizzazione sono fondamentali. Il mio zaino da viaggio deve avere mille tasche e taschine per trovare tutto quello che mi serve in un secondo!

Colore e aspetto

Non è un aspetto fondamentale ma se il vostro zaino da viaggio dovrà accompagnarvi in giro per il mondo sceglietelo che vi piaccia e del colore giusto! Sarà il vostro migliore amico, il vostro punto di riferimento e il vostro sostegno quindi se potete optate per una cromatura che vi convinca al 100% fatelo!

Prima di partire per qualsiasi avventura ricordatevi di acquistare una buona assicurazione di viaggio per qualsiasi evenienza; Heymondo offre moltissimi vantaggi e se acquisterete la polizza cliccando questo link, riceverete un 10% di sconto sul totale!

Prima di terminare l’articolo vorrei fare due premesse: se volete pianificare una nuova avventura e siete allo stesso tempo persone super mega tecnologiche potete leggere l’articolo che vi ho scritto di recente sulle app da utilizzare per organizzare viaggi. La seconda importante premessa è che non bisogna mai giudicare le scelte degli altri viaggiatori.

Non tutti amano partire con lo zaino, molti amano la valigia perché la trovano più pratica o perché si sentono più a loro agio con essa piuttosto che con qualcos’altro, quindi portiamo rispetto per chi la pensa diversamente da noi e non classifichiamo le persone come i “classici turisti che non sanno come si viaggia”. Il viaggio è un’esperienza personale in tutto e per tutto: abbigliamento, scelta del bagaglio, scelta dei luoghi, soldi da investire ecc, ecc. Tutto chiaro? 🙂

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »