Tempo di lettura: 8 minuti

organizzare un viaggio in autonomia

Quando ho iniziato a viaggiare, nel lontano 2013, non avevo idea che esistesse un mondo parallelo in cui dei tizi chiamati “travel blogger”, “nomadi digitali” ecc, ecc viaggiassero in totale autonomia e senza l’aiuto di un’agenzia di viaggi. Nel 2017 la voglia di far parte di un mondo completamente nuovo mi ha spinta a buttarmi nella mischia e così ho aperto il mio blog dandomi alla pazza gioia tra un paese e l’altro. Poco a poco ho imparato ad organizzare un viaggio in totale autonomia e vuoi sapere i benefici che ho avuto? Più sicurezza in me stessa, più soldi nel portafoglio e più rock and roll!

Oggi ti svelerò come pianificare una vacanza in autonomia step by step. Prima di partire vorrei precisare una cosa: essere autonomi non significa essere onnipotenti. Ricordati che avrai sempre bisogno di consigli e di prendere un pizzico d’ispirazione da chi è più esperto di te.

Questo non significa essere incapaci, ma umili. C’è sempre qualcosa da imparare. Dopo queste perle di saggezza degne di un 80enne coi fiocchi, partiamo con la nostra chiacchierata 🙂

Organizzare un viaggio in autonomia step by step

organizzare un viaggio in autonomia

Ah, come è bello ripensare al primo viaggio fai-da-te! Non si scorda più, proprio come il primo amore. Sentimenti come: adrenalina, paura, timore ed eccitazione si mescolano tra loro creando un batticuore continuo che ti accompagnerà prima e durante il viaggio.

Ho sempre amato fare le cose da sola, sentire il profumo dell’indipendenza, della libertà.

Se ami viaggiare all’avventura e buttarti nell’ignoto, in viaggio con me è il blog perfetto per soddisfare queste tue necessità! E ora partiamo con i suggerimenti pratici di come organizzare un viaggio in totale autonomia!

Come pianificare una vacanza in autonomia

Scegli la destinazione

Come diceva Aladdin a Jasmine: “il mondo è tuo”, ma decidere da dove iniziare non è mica semplice.

Tuttavia il magico mondo del web, in questo caso Amazon, ci fornisce tutto quello di cui abbiamo bisogno ovvero un libro pazzesco intitolato: Mondo, guida per viaggiatori, un libro che io amo alla follia e che nel tempo è diventata la mia personale Bibbia dei viaggi.

Contiene 1599 destinazioni, 700 fotografie, 228 cartine, 208 paesi e un piccolo trafiletto circa gli spostamenti, le specialità culinarie e le cose più importanti da vedere.

come pianificare un viaggio

Oltre a consultare questo libro, potresti lasciarti ispirare dalle immagini che troverai su Instagram e Pinterest in merito al nostro bellissimo pianeta 🙂

Un altro suggerimento che ti do è quello di abbonarti alla newsletter di Pirati in viaggio perché molto spesso arrivano offerte incredibili per visitare delle città e zone a cui non avresti mai pensato.

A me è capitato con Sofia, la capitale della Bulgaria: con soli 300 euro io e Fabilandia abbiamo passato 3 giorni alla scoperta di una città incredibilmente bella!

Ricerca voli e mezzi di trasporto

Una volta che hai deciso la destinazione non ti resta che prenotare il volo, e se mi avessero detto da subito che Skyscanner è il motore di ricerca migliore in assoluto, avrei risparmiato tantissimi soldini!

Se per il tuo capo non è un problema concederti le ferie durante qualsiasi periodo dell’anno, utilizza il filtro “ esplora ovunque” e fatti guidare dal tuo istinto nel scegliere la prossima destinazione.

Spenderai davvero pochissimo perché Skyscanner ti mostrerà i voli più bassi rispetto alle mete che compariranno nella home page. Provare per credere…

Oltre ai voli, il motore di ricerca ti mostrerà anche gli alberghi, ma io ti consiglio di focalizzarti sul biglietto aereo dato che Booking.com ti da milioni di possibilità nel cercare l’hotel che fa al caso tuo come posizione, gusti personali e budget.

Di consigli su come trovare un volo economico c’è ne sono abbastanza e dato che sono molto brava nel mio lavoro, ti ho scritto una mini guida ad hoc anche su questo!

Per quanto riguarda i bus puoi affidarti ai mitici Flixbus e per i treni, anche se in realtà va bene anche per i pullman, Trainline è PER-FET-TA.

Se vuoi programmare degli spostamenti all’interno di un qualsiasi paese, basterà fare qualche ricerca online o chiedere a chi c’è stato prima di te.

Io generalmente utilizzo il sito di romRio2 e devo dire che lo trovo davvero affidabile: è un servizio che ti permette di scoprire come arrivare ovunque in treno, aereo, bus, traghetto e auto!

Controlla il sito di viaggiare sicuri

Un’altra dritta importante che voglio darti su come organizzare un viaggio in totale autonomia è di fare sempre una capatina sul sito di viaggiare sicuri.

Qui potrai scoprire tutto quello che c’è da sapere sul paese che ti interessa: sicurezza, visto, condizione del passaporto ( alcuni paesi permettono l’ingresso ai turisti con passaporto di validità residua di 6 o 3 mesi ), salute, numeri telefonici importanti e avvertenze generiche!

Pianifica l’itinerario

Oh, finalmente siamo arrivati alla parte più divertente dell’articolo: la pianificazione. La prima cosa che faccio è ordinare subito su Amazon la guida del paese che ho scelto.

Appena arriva la leggo TUTTA, in modo da scoprire le chicche della mia prossima destinazione, prendo appunti sulla mia midori e infine sto ore su Google Maps per capire dove si trovano le città che mi interessa visitare e le attrazioni che non posso assolutamente perdermi ( monumenti, siti archeologici, gite, trekking, musei bizzarri ecc, ecc ).

Un’altra cosa che faccio per organizzarmi al meglio è segnare tutte le distanze chilometriche tra un luogo e l’altro, in modo da capire come posso spostarmi low cost utilizzando i mezzi pubblici ( puoi utilizzare anche l’auto, ma non sarà divertente quanto viaggiare in treno o in bus ).

Se dopo aver fatto tutti i miei calcoli il progetto di viaggio risulta fattibile, segno tutte le informazioni nero su bianco.

Tutto questo procedimento serve anche a delineare i costi, in modo da non sforare mai dal budget.

Scegli gli alloggi in base ai tuoi spostamenti

Arrivati a questo punto non ti resta che scegliere gli hotel. Io li prenoto sempre dopo aver pianificato l’itinerario e anche se può sembrare strano, dietro c’è un motivo ben preciso: prima devo essere a conoscenza di tutto quello che voglio vedere in una determinata zona del paese e di conseguenza riesco a farmi un’idea di quante notti mi occorrano!

Quando ero in Sri Lanka e in Perù mi sono mossa esattamente così ed è andata benissimo quindi, metodo approvato baby!

Ultimi dettagli

Ora che hai il volo, l’itinerario e gli alberghi sei pronta/o a controllare gli ultimi dettagli. Vediamo assieme quali.

Per prima cosa devi acquistare l’assicurazione di viaggio, e dato che sono super generosa eccoti un codice sconto da utilizzare sulla piattaforma di Heymondo!

Prenota un incontro sull’app ER Salute per confrontarti con i medici di competenza per quanto riguarda le vaccinazioni utili/obbligatorie per l’ingresso al paese.

Fai ricerche sul clima e su cosa mettere in valigia o nel tuo zaino da viaggio. Ricordati di fare qualche ricerca circa la religione vigente, in modo da indossare abiti che non offendano nessuno 🙂

In ultimis, cerca di capire se sia meglio partire con dei contati o meno. In genere consiglio a tutti i miei lettori di abilitare la propria carta di credito per l’estero e allo stesso tempo di portare con se qualche contante (in alcuni paesi, come il Turkmenistan, i bancomat sono pressoché assenti e in altri posti funzionano così così ).

Da poco è nata Revoult Visa, una carta very smart che ti permette di fare spese in 150 paesi senza dover pagare le spese di commissione per il ritiro del denaro ( fino ad un max di 200 euro al mese ) e infine di pagare secondo il tasso di cambio interbancario! Per maggiori dettagli ti consiglio di dare una sbirciatina al sito.

La mini guida su come organizzare un viaggio in totale autonomia termina qui e come sempre spero di esserti stata utile 🙂 Se l’articolo ti è piaciuto lascia un like alla mia pagina Facebook e seguimi su Instagram! Presto inizieranno nuove entusiasmanti avventure in giro per l’Europa e per il mondo, non vorrai mica perdertele vero? 🙂

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »