“Il cibo è l’essenza del viaggio dopo la qualità della vista che tutto cattura”. Con questa frase apro le porte ad un articolo che vi introdurrà nei sapori di questo paese. Oggi analizzeremo cosa mangiare in Giordania. Se invece volete trovare ottimi prezzi per dormire a Wadi Musa cliccate qui e sbizzarritevi!

Non saranno solo gli abitanti a darvi il benvenuto dicendovi: “Welcome to Jordan”, ma anche i colori, le spezie, le consistenze, le tradizioni secolari tramandate dai beduini e tanto altro.


Cosa mangiare in Giordania, tutte le specialità del paese

Dopo avervi dato informazioni utili per il vostro viaggio in Giordania e avervi scritto un articolo in cui vi ho spiegato cosa portare a Petra con tanti consigli per una valigia perfetta, è il momento di darvi qualche consiglio sul tipo di cibo che assaggerete.

MANSAF

E’ considerato il piatto nazionale ed è costituito da riso, yogurt e agnello. Le sue origini sono beduine ed è l’emblema dell’ospitalità. Questo piatto viene cotto su una piastra in cui vengono adagiati pinoli e prezzemolo tritato e le varie spezie: un mix fra pimento, pepe nero, chiodo di garofano, cannella, cardamomo, coriandolo, noce moscata, paprika e in alcuni casi petali di rosa. Ci è stata rivelata una curiosità interessante: i beduini mangiano il Mansaf con la mano destra e possibilmente in piedi. Se volete immergervi nella loro cultura potete provare ad imitare la tradizione…ovviamente quando il cibo si è raffreddato 🙂


MAQLUBA

Assaggiando questa ricetta noterete da subito una diversa consistenza nel riso, grazie alla diversa tipologia di preparazione e cottura. Gli altri soggetti del piatto sono la carne e le verdure grigliate. Una volta cotto potete guarnirlo con mandorle e il classico yogurt che troverete spesso nelle ricette della cucina giordana. Nel centro di Wadi Musa, di fronte al Saba’a hotel, troverete un ristorante specializzato in questa prelibatezza! Il nome del locale è Al-Wadi Restaurant.


HUMMUS

Quando mi chiedono cosa mangiare in Giordania, consiglio di provare consistenze a cui non siamo abituati come ad esempio l’Hummus! E’ una crema di ceci accompagnata dal pane arabo. Il sapore è delicato ed è un pasto nutriente anche se vi sembrerà di mangiare poco.


FALAFEL

I Falafel sono polpette di ceci tritati, prezzemolo, aglio, coriandolo e cipolla fritti in olio e li ho adorati alla follia! Non mi stancherei mai di mangiarli e se siete fortunati potreste trovarli anche in qualche carretto da street food. Sono un ottimo pasto per girare la città senza fermarsi fisicamente in un ristorante perdendo tempo. Il metodo di frittura che applicano è perfetto perché rende le polpette molto asciutte! Vi consiglio di intingerle nelle loro salse tipiche…sono spettacolari.


Il té

Vi verrà servito in questo piccolo bicchierino di vetro ed è semplicemente DELIZIOSO! Prima di dormire in tenda nel Wadi Rum, il deserto della Giordania, mi hanno offerto tantissime tazzine di té che ho accettato più che volentieri.

Alcuni beduini lo preparano più dolce, altri più speziato e altri ancora più amarognolo. Ho osservato la sua preparazione ed è stato bellissimo!


Pane Arabo

Ne esistono vari tipi: quello più sottile, quello più insipido e quello con più olio e più impasto (il mio preferito). Potete mangiarlo come volete. Il pane è come un vestito nero…sta bene con tutto. Potete intingerlo nelle salse, riempirlo di carne, verdure grigliate o semplicemente mangiarlo senza nulla. Viene cotto al forno ed è buonissimo. Non è salato…anzi…tante volte ho percepito un retrogusto dolce…davvero particolare. Alcuni sapori mi hanno ricordato le squisitezze greche, compreso il pane.


Alla domanda: “cosa mangiare in Giordania” rispondo: di tutto! Provate qualsiasi specialità perché hanno una grande varietà di consistenze, spezie mai sentite, diverse metodologie di preparazione del pane e tanto altro!

Prima di partire ricordatevi di stipulare una polizza viaggi; Heymondo ne offre una molto completa e se la acquisterete da questo link riceverete uno sconto del 10%!

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

5 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »