Descrivere la Toscana non è semplice. E’ amata da tutti e non è difficile capire il perché. Poche regioni d’Italia posseggono tanta bellezza e tanti borghi meravigliosi. Soggiornare in Val d’Orcia significa alzarsi presto la mattina, salire in macchina ed esplorare, esplorare, esplorare. Era da tempo che sognavo di poterlo fare quindi vorrei consigliarvi dove dormire in Val d’Orcia e cosa vedere.

Dove dormire in Val d'Orcia e cosa vedere

Ho visitato varie località di questa regione perché nella mia classifica è la seconda che preferisco di più in assoluto.

Dove soggiornare in Val d'Orcia e cosa vedere


Dove soggiornare in Val d’Orcia e cosa vedere 

Durante il mio soggiorno in Toscana sono stata ospite all’A440 in Tuscany, un resort ad impatto 0 davvero incredibile. Si trova poco distante da Pienza immerso nelle valli toscane e se ancora non sapete dove dormire in Val d’Orcia e cosa vedere segnatevi questo nome perché sono sicura che vi stupirà tantissimo!

Quando sono arrivata sono stata accolta con un aperitivo delizioso in cui ho potuto assaggiare dell’ottimo miele, del vino di loro produzione (il Moro), salsa alle cipolle, pane di diverso tipo appena sfornato e salumi di primissima qualità.

Tutto questo con una vista a 5 stelle e una pace indescrivibile.

L’A440 in Tuscany è il posto perfetto per chi vuole smettere di sentire il rumore dei clacson e ascoltare il suono degli uccellini che cantano, per chi ama sentire l’odore delle erbe aromatiche piuttosto che la puzza dello smog, per chi ama assaporare cibo genuino e di stagione piuttosto che qualcosa di surgelato o fuori stagione, per chi ama svegliarsi circondato dal verde e non dai palazzi, per chi ama la natura e la rispetta piuttosto che affidarsi al consumismo.


Un resort ad impatto 0

Oggi giorno trovare chi vuole, non solo a parole ma anche con le azioni, rispettare l’ambiente, non è per niente semplice. C’è chi pensa solo a guadagnare facile anche a discapito della nostra povera terra.

La proprietaria di questo posto incantevole ha pensato davvero a tutto: le lenzuola sono prodotte artigianalmente e senza coloranti, i prodotti per il bagno sono eco sostenibili, la piscina, che per inciso è una “bio piscina”, è stata progettata per purificare le proprie acque grazie alla fito depurazione.

Le sue acque sono circa 3 gradi più calde rispetto a quelle piene di cloro ed è possibile farsi il bagno dal mese di aprile fino alla fine di ottobre. Sia i gradini che la pavimentazione sono scivolosi poiché a regnare sovrane sono le piante. Un’esperienza davvero particolare.

Come ho scritto su uno dei miei post su Instagram, l’A440 in Tuscany è in perfetta simbiosi con la natura.

dove soggiornare in Val d'Orcia e cosa vedere

I miei 5 sensi non sono mai stati così ricettivi: i miei occhi si sono persi guardando la Val d’Orcia, il mio naso ha respirato odori genuini che non sentiva da tempo, le mie mani hanno toccato i materiali più pregiati, le mie orecchie hanno ascoltato i suoni della natura e il mio palato…bhe…il mio palato non assaporava cibo di qualità così alta dall’anno scorso, quando visitai la mia amata Napoli.

Dei piatti da assaggiare in Toscana vi racconterò nel prossimo articolo. Ci sarebbe troppo da scrivere e ho ancora tanto da raccontarvi. Un’ultima cosa che ho apprezzato molto è lo stile vintage-chic dell’hotel.

Appena varcata la soglia si intravede un elegantissimo salone pieno di divani e poltrone retrò molto fini.

Se amate leggere questo è l’ambiente giusto. Ai lati della parete ci sono alcuni tavolini vintage in cui troverete le carte utilizzate nel gioco “scala 40” o “Macchiavelli”, un bel modo per comunicare agli ospiti che ci si deve perdere nel passato, spegnere i telefoni e parlare.

Vi consiglio di prenotare in questa meravigliosa struttura per testare tutte le emozioni che ho provato io.


Soggiornare in Val d’Orcia, cosa vedere

Vi consiglio di pernottare in questi posti splendidi almeno tre notti.

Booking.com

Io sono rimasta solo una notte e ho dovuto correre per poter vedere quello che mi interessava e purtroppo non ho potuto vedere tutto.

Questa valle è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO e possiede tante piccole perle da scoprire e immortalare.


La valle del gladiatore

A Terrapille è stato girato uno dei film più famosi della storia hollywoodiana: il gladiatore. Terrapille è il punto preciso in cui ammirare gli stessi scenari presenti nel film e credetemi non ve ne pentirete. Per alcuni è semplice campagna, per me è poesia. Amo il cinema e non potevo perdermi questo luogo. Non è difficile immaginare le splendide note della colonna sonora del film, una delle più toccanti a mio avviso.

Per arrivare in questa vallata dall’A440 in Tuscany ci vorranno circa 30 minuti perché ad un certo punto la strada diventa sterrata quindi è meglio evitare di correre per non bucare le ruote della macchina e per non fare troppa polvere. Vi consiglio di inserire su Google Maps il nome di questa cappella: “Madonna di Vitaleta” in direzione di San Quirico d’Orcia perché dopo averla superata, proseguendo sempre dritto, potrete ammirare le vallate più belle!

Dopo qualche chilometro e tante foto girate l’auto e tornando indietro fermatevi a visitare la cappella più instagrammata della Toscana!


La cappella della Madonna di Vitaleta

Dove dormire in Val d'Orcia e cosa visitare

E’ piccola, graziosa, immersa nel verde, circondata dai cipressi toscani e posta sotto la protezione dell’UNESCO. Forse è questo che la rende così famosa e particolare. Nella sua semplicità ha rapito tante persone e la sua posizione la rende ancora più affascinante.


Pienza

Dove prenotare in Val d'Orcia e cosa vedere

Se soggiornerete in Val d’Orcia dovete assolutamente vedere Pienza. E’ il borgo più bello e ben curato che io abbia mai visto. E’ circondato da uliveti e vigne il che rende il paesaggio sorprendentemente unico ed affascinante.

Pienza è piccola ma troverete tutto quello che cercate: negozi di souvenir fatti a mano, botteghe dove acquistare i prodotti tipici del luogo, taverne in cui assaggiare i Pici, una delle tante ricette tipiche della Toscana e mille angoli fotografabili in cui farsi scattare qualche foto ricordo.

Il duomo era in ristrutturazione e pieno di gente, impossibile da fotografare! Dovrete accontentarvi delle foto su Google!


Soggiornare in Val d’Orcia, relax alle terme di Bagno Vignoni, Bagni San Filippo e Saturnia 

Nel girovagare in macchina per la Val d’Orcia noterete spesso le indicazioni per Bagno Vignoni e per i bagni di San Filippo, altri due motivi per scegliere l’A440 in Tuscany. Scusate se ritorno sull’argomento ma la sua posizione è davvero strategica per riuscire a visitare anche questi due posti meravigliosi, quindi se eravate ancora indecisi su dove dormire in Val d’Orcia e cosa vedere ora non avete scuse 🙂

La Toscana è molto famosa anche per le sue terme naturali che sono molto sceniche, antiche, ben conservate e anche molto curative.

Bagno Vignoni e i bagni Filippo non sono le uniche zone termali naturali. Anche le terme di Saturnia sono molto belle ma non sono vicinissime alla Val d’Orcia: si trovano a 74 chilometri di distanza. Se organizzate un on the road per la Toscana valutate di fare tappa anche qui!


Montepulciano

Montepulciano merita sicuramente una visita data la sua posizione che rende questo bellissimo borgo molto appariscente, essendo di origine etrusca e costruito su una collina ai piedi di una valle verde e piena di vigneti, e molto famoso per la sua produzione di vino.

La prossima volta che farò ritorno in Toscana andrò a visitare queste meravigliose terme e Montepulciano.


Soggiornare in Val d’Orcia mi ha rilassata moltissimo. Amo stare a contatto con la natura e queste zone sanno regalare una pace incredibile. Assaporerete dell’ottimo cibo, vi immergerete nella storia e potrete godere dell’ospitalità del popolo toscano. Se prima di leggere questo articolo eravate indecisi su dove dormire in Val d’Orcia e su cosa vedere ora non sono più ammessi dubbi 🙂

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »