Tempo di lettura: 2 minuti

Credo che non ci sia niente di più tremendo e destabilizzante che smarrire il proprio passaporto mentre si è in vacanza, quindi oggi ti spiegherò come comportarsi in questi casi. Fortunatamente a me non è mai capitato, ma dato che il mio secondo nome è sfigata,  mi sono posta ugualmente il problema per capire quali passi compiere semmai dovesse capitarmi questa terribile esperienza 🙂

smarrire il passaporto come comportarsi

Smarrire il passaporto: ecco come comportarsi 

Resta calmo/a

Il primo consiglio è non farsi prendere dal panico, perché trovare una soluzione è molto più semplice di quello che sembra. Agitarsi non cambierà la situazione, anzi.

Ripercorri i tuoi passi

Prima di iniziare a chiamare l’esercito, l’FBI e la mamma, prova a ripercorrere i tuoi passi, un po’ come Carrie in Sex and the City 2.

E’ probabile che se ti è scivolato o l’hai distrattamente appoggiato da qualche parte, qualcuno l’abbia trovato e conservato, oppure l’abbia portato direttamente alle autorità locali. ( Questo consiglio è valido se pensi di averlo perso, ovviamente se te l’hanno rubato, salta questo passaggio e vai direttamente alla fase tre )

Se questo passaggio non va a buon fine passa alla fase tre.

Recati dalle autorità locali

La fase tre consiste nel recarsi presso l’autorità locale ( la polizia ) e denunciare il furto/smarrimento.

Recati in ambasciata

Una volta che avrai la denuncia tra le mani, potrai andare in Ambasciata o presso il Consolato Italiano per procedere con la richiesta del passaporto provvisorio. Porta 2 foto tessere, il biglietto aereo di ritorno e un documento alternativo ( tipo la patente o meglio ancora la copia a colori del tuo passaporto)

Dovrai compilare il modulo di richiesta del nuovo documento e in qualche ora, dovresti ottenere il tutto.

Il documento provvisorio si chiama ETD ed è valido solo ed esclusivamente per tornare in Italia.

Trasmetti la denuncia alle autorità di frontiera

L’ultimo passaggio è quello di trasmettere alle autorità di frontiera la denuncia di smarrimento, in modo da facilitare il transito.

Cosa succede se il passaporto smarrito viene ritrovato all’estero?

Se smarrisci il passaporto all’estero, per verificare che sia stato ritrovato, dovrai contattare l’Ufficio Consolare competente del territorio in cui si è verificata la perdita o la sottrazione della documentazione.

In tal caso potrai ritirarlo direttamente presso l’ufficio in questione o fartelo spedire per posta ( con spese a tuo carico ).

Appena sarai tornato/a a casa recati dalle autorità locali e tutelati denunciando l’accaduto.

Ovviamente spero che non capiti mai a nessuno, ma visto che: “La fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo” ho voluto spiegarti tutta la procedura passo per passo. 🙂

La mini guida su come comportarsi se si smarrisce il passaporto termina qui e come sempre spero di esserti stata utile 🙂 Se l’articolo ti è piaciuto lascia un like alla mia pagina Facebook e seguimi su Instagram Presto inizieranno nuove entusiasmanti avventure in giro per l’Europa e per il mondo. Non vorrai mica perdertele, vero? 🙂

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »