Tempo di lettura: 8 minuti

relitti di navi resti di aerei

Hai mai visitato i relitti di navi o i resti di aerei precipitati durante uno dei tuoi viaggi?

L’UNESCO stima che ci siano oltre 3 milioni di carcasse di navi sparse per il mondo, alcune affondate, altre arenate e altre ancora che galleggiano vicino alla riva, il massimo per chi ama nuotare e per chi ha un senso innato per l’esplorazione.

Oltre alle navi esistono anche moltissimi resti di aerei, che nel tempo sono diventati delle vere e proprie attrazioni turistiche!

Non so tu, ma io non starei più nella pelle se vedessi il relitto di una nave in mezzo al mare o i resti di un aereo. Hanno quel non so che di misterioso e affascinante, una sorta di calamita per chi ama fotografare le cose più particolari!

Oggi voglio segnalarti 9 indirizzi di navi naufragate e aerei caduti sparsi nel mondo. Sei pronta/o a conoscere un nuovo tipo di turismo?

Relitti di navi e resti di aerei nel mondo: 9 indirizzi da segnare subito

Tutte le volte che ho organizzato un viaggio non ho mai pensato di provare a scovare relitti di navi o resti di aerei caduti, ma dopo aver fatto qualche ricerca online per scriverti questa mini guida mi sono letteralmente appassionata! Spero di trasmetterti tutto il mio entusiasmo!

Bali, Boeing 737

relitti di navi resti di aerei
foto @couple.express

Iniziamo dal mio preferito in assoluto, il Boeing 737 di Bali. Questo aereo si trova in un campo ma nessuno sa come ci sia arrivato. Per scattare una foto in questo luogo misterioso dovrai recarti a Raya Nusa Dua Selatan, una strada ubicata a soli cinque minuti dalla famosa e spiaggia di Pandawa.

Veneto, Aerei Michelangelo da Vinci-Tupolev TU-134A

foto @ilmondoattraversoalice

L’aereo Tupolev TU-134A si trova in un luogo ormai abbandonato nella regione del Veneto, ma per instagrammarlo ti basterà digitare su Google Maps: Ristorante Michelangelo Da Vinci.


Il ristorante è stato costruito da Luigi Stecca all’interno degli vari aerei abbandonati, un sogno che coltivava da moltissimo tempo.

Purtroppo è stato chiuso per abuso edilizio nel 2014, il che è un vero peccato perché sarebbe stato pazzesco cenare o pranzare in un posto così particolare!

Maldive, relitto a Keyodhoo

foto @maldive.alternative

Se vuoi collezionare un’esperienza davvero singolare allora apri Skyscanner e prenota un volo per le Maldive perché nelle vicinanze di Keyodhoo, c’è un relitto semi sommerso attorno al quale potrai fare snorkeling e 250 milioni di foto e video WOW!

Il relitto galleggia su una laguna ed è davvero GIGANTESCO! Prepara maschera, Go Pro e pinne perché sono sicura che non uscirai più dall’acqua!

Zante, spiaggia del Navagio

foto @thezantebible

In una delle spiagge più pittoresche di Zante c’è una baia incantata dove si trova il relitto di una nave: il posto si chiama spiaggia di Navagio che significa appunto “naufragio”.

Il nome dell’imbarcazione è Panagiotis ed era una nave utilizzata dai contrabbandieri salpata dalle coste della Turchia nel 1980.

Namibia, Eduard Bohlen-Skeleton Coast

relitti di navi resti di aerei
foto @duplac1

La Eduard Bohlen, o quello che ne rimane, è una nave naufragata sulla Skeleton Coast il 5 settembre a causa di un fenomeno chiamato “Cassimbo”, una particolare, micidiale e fitta nebbia oceanica.

Da allora giace arenata per metà nelle sabbie del deserto della Namibia, a 400 metri dal litorale.

Lanzarote, Telamon

relitti di navi resti di aerei

Il Telamon è stato costruito a Londra nel 1954 ed è naufragato a seguito di una violentissima tempesta, tra Fuerteventura e Lanzarote nel 1981.

L’imbarcazione è ben visibile dalla strada costiera essendo un relitto di enormi dimensioni.

Le autorità spagnole negarono il permesso d’ingresso alla nave nel porto di Arrecife perché temevano che potesse affondare da un momento all’altro, causando così problemi all’attività del porto.

Per evitare qualsiasi danno è stata trainata da un peschereccio e fatta arenare nella baia vicino al villaggio de La Caletas tra Costa Teguise e Arrecife, dove è stata poi abbandonata.

California, Sant Agustin Punto Reyes, Tomales Bay-Point Reyes National Seashore

relitti di navi resti di aerei

La costa della California si estende per circa 840 miglia e un’area che merita sicuramente una capatina è proprio la Point Reyes National Seashore, che si trova nella contea di Marin, nel nord della California.

Qui ti si apriranno scenari naturalistici di ogni genere: foreste, praterie e coste rocciose, dove potrai appunto esplorare il relitto di una nave gigantesca, il Sant Agustin.

Il galeone, proveniente da Manila e diretto ad Acapulco, era carico di preziose sete cinesi, spezie e ceramiche appartenenti alla dinastia Ming. I fattori che hanno portato la nave a naufragare sono stati tre: il mezzo era decrepito, sovraccaricato e i marinai eccessivamente stanchi.

Nonostante lo sforzo estenuante compiuto dal comandante Carmeno nel portare in salvo ben 70 membri dell’equipaggio, nessuno ha voluto celebrare il suo arrivo e la sua impresa, dato che aveva perso la maggior parte del carico a lui destinato.

Fraser island, Maheno Wreck

A Fraser Island, in Australia, nelle sabbie incontaminate di Cathedral Beach si trova lo scheletro del relitto di una nave molto suggestivo: il Maheno Shipwreck.

La SSMaheno venne costruita in Scozia nel lontano 1904. L’idea iniziale era che doveva diventare una nave di lusso conosciuta su scala mondiale poi però, a causa della prima guerra mondiale, venne trasformata in un ospedale. In seguito è stata acquistata dall’Australia e dalla Nuova Zelanda.

Ma la domanda è: come è finita sulle rive dell’isola di Fraser? Grazie al ciclone del 1935! Fu talmente potente che la strappò via dalle acque del Giappone facendo si che si arenasse proprio in questo luogo.

I pochi membri dell’equipaggio tentarono senza successo di liberarla e da allora, tre piani della nave sono rimasti sepolti sotto la sabbia.

Islanda, aereo C-117

foto @viaggiandoconmade

E per concludere in bellezza non potevo che nominarti il famosissimo e instagrammabile C-117 , l’aereo caduto in Islanda a circa 4 chilometri dalla Hringvegur.

Per raggiungere il punto preciso dovrai percorrere un lungo tratto a piedi e dato che si trova in mezzo al nulla più totale, eccoti le coordinate GPS: 63°27’32.8″N , 19°21’53.2″W, ma in ogni caso dovrai tirare fuori l’esploratore/esploratrice che c’è in te perché sarà ugualmente difficile individuare la pista da seguire 🙂 E’ il bello dell’Islanda e del viaggiare all’avventura non credi anche tu? 🙂

La mini guida sui relitti di navi e i resti di aerei caduti nel mondo termina qui e come sempre spero di esserti stata utile 🙂 Se l’articolo ti è piaciuto lascia un like alla mia pagina Facebook e seguimi su Instagram Presto inizieranno nuove entusiasmanti avventure in giro per l’Europa e per il mondo. Non vorrai mica perdertele vero? 🙂

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.