Tempo di lettura: 7 minuti

cose da sapere prima di aprire un blog

Quando si inizia a parlare di blogging i miei occhietti si illuminano, mi prudono le dita e il mio cuore scalpita all’impazzata. Avere un blog è un’esperienza sorprendente, stancante ed eccitante. Ti porterà tante soddisfazioni, ansie, un pochettino di stress e tanto altro, e dato che ho maturato un po’ d’esperienza voglio parlarti delle 11 cose da sapere prima di aprire un blog! Bando alle ciance e cominciamo!

11 cose da sapere prima di aprire un blog: chi parte bene è a metà dell’opera!

Fare dei corsi sulla SEO

Partiamo dalle basi: chi desidera fare blogging ama essere fonte d’ispirazione per gli altri e per esserlo dovrai farti trovare dagli utenti che tutti i giorni, picchiettano sulla tastiera del pc e dello smartphone in cerca di informazioni. Conquistarsi un angolino su Google non è affatto una passeggiata.

Senza la conoscenza e l’utilizzo della SEO non si va da nessuna parte quindi è fondamentale studiare e documentarsi. Ad esempio se in questo momento non sai neanche di che cosa sto parlando allora fermati subito e non andare oltre.

Cerca dei corsi online e sfodera la tua carta di credito per acquistare qualche manuale sull’argomento su Amazon! Mi ringrazierai. Io ho iniziato nel 2017 e ho buttato via un intero anno per aver preso tutto troppo alla leggera. Non mi sono informata a dovere e non ti dico quanta fatica ho dovuto fare per recuperare e rimettermi in careggiata.

Costi

Anche i costi non sono da sottovalutare, sempre che tu voglia fare le cose per bene. Un blog può costarti nulla o tutto. La scelta è solo tua, ma sappi da subito che per risultare professionali al massimo, dovrai attingere ai risparmi. Se lavorerai bene recupererai l’investimento in poco tempo.

Per sapere quali costi dovrai affrontare per aprire e mantenere un blog di successo, clicca qui. Qualche giorno fa ho preparato una mini guida in cui ho spiegato tutto per filo e per segno!

Scegli il miglior hosting

Qui andiamo un po’ sul tecnico, ma cercherò di essere più chiara possibile! L’hosting è lo spazio server che ospiterà i file relativi al tuo blog. Lo so, all’inizio è tutto un gran casino. Tutti questi termini nuovi erano una gran rottura anche per me quindi capisco bene la tua confusione.

All’inizio credevo di essere ospite unicamente di Google, ma in realtà tutti i contenuti che scrivo per In viaggio con me si appoggiano inevitabilmente a uno spazio server meglio conosciuto come Hosting.

Scegliere quello giusto è importantissimo e, secondo me, il migliore in assoluto è Aruba!

Corsi per imparare a scrivere sul web

Non conta che tu sia stato un asso in italiano quando andavi al liceo, non conta che tu abbia una laurea in giornalismo e non conta che tu abbia scritto un libro. L’unica cosa che conta davvero per Google è che tu sappia scrivere per il web ( e ovviamente saper usare la grammatica nel modo giusto 🙂 )

Il web ha esigenze proprie così come i lettori e chi scrive per un blog deve sapere come approcciarsi agli utenti, lo stile da utilizzare, come impostare una frase, come essere efficace ecc, ecc.

Trova il tuo stile di scrittura

Questa è una delle 11 cose da sapere prima di aprire un blog e per quanto io possa spiegarti quanto sia fondamentale trovare uno stile, nella maggior parte dei casi lo si trova strada facendo.

Sii te stesso/a e i lettori ti apprezzeranno per ciò che sei. Ad esempio io sono una persona sempre pronta alla battuta e all’autoironia e se perderai un po’ del tuo tempo a sbirciare qualche mio articolo, noterai queste due caratteristiche nel 98% dei miei contenuti.

Trova la tua nicchia

Per chi vuoi scrivere? Chi vuoi ispirare e perché? Qual è la tua passione principale? Una volta che avrai risposto sinceramente a queste domande troverai la tua nicchia di riferimento.

Io volevo parlare di viaggi low cost e all’avventura, aiutare chi è poco esperto a spendere meno per poter viaggiare di più e scrivere delle guide su tour, camminate ed esperienze all’avventura. Trova la tua via e buttati a tutta birra!

L’occhio vuole la sua parte

Ok, la cosa più importante è saper scrivere per il web e farlo con un italiano corretto, però anche l’occhio vuole la sua parte, ergo, il blog deve presentarsi bene. Deve essere ordinato, intuitivo e veloce. Deve esprimere la tua personalità e raccontare chi sei. Deve essere bello!

Scegli un tema funzionale, ma che dia un ottimo aspetto al tuo sito e vedrai che per i lettori sarà un piacere leggere quello che hai da dire.

Non scrivere solo per Google

Il primo consiglio che ti ho dato riguardava la SEO e l’importanza di essere trovati dagli utenti entrando nelle grazie di Mister Google, ma fare blogging significa anche esprimere se stessi e i propri sentimenti e molto spesso non esiste una parola chiave per poterlo fare.

Molto probabilmente verranno letti dai tuoi lettori più affezionati, quelli che “cipollano” di continuo dietro ai tuoi articoli, ma fidati di me: le persone hanno bisogno anche di questo e non solo dell’articolo: “cosa vedere a Cusco”.

Dai sfogo ai tuoi pensieri, fatti conoscere nell’intimo e i tuoi lettori si affezioneranno sempre di più.

Parla di te stessa/o

Dedica qualche articolo alla tua persona e al tuo vissuto. Amo capire chi c’è dietro lo schermo. Ho bisogno di conoscere chi riesce ad ispirarmi. Questo puoi farlo in minima parte anche negli articoli più “tecnici”, inserendo qualche aneddoto su di te e sulle tue esperienze di vita. Ti assicuro che piace. Piace molto. Il blog diventa come uno specchio: mostrerà a chiunque varcherà la soglia chi sei nel bene e nel male.

Mettiti nei panni del lettore

La penultima cosa che devi sapere prima di aprire un blog è che per scrivere contenuti di qualità devi metterti nei panni dei lettori e capire le loro esigenze.

Se dovessi organizzare un viaggio in Perù, cosa ti aspetteresti di trovare sul mio blog? Probabilmente articoli su come ci si sposta all’interno del paese, che cosa si mangia, come fare la valigia, quale sim card scegliere ecc, ecc.

Farsi queste domande ti porterà a scrivere delle guide che ti porteranno tanti click!

Dopo aver pubblicato l’articolo il tuo lavoro non è finito

Se pensavi di scrivere un articolo, cliccare il tasto “pubblica” e chi si è visto si è visto ti sbagli di grosso. Gli articoli hanno sempre bisogno di un refresh circa il contenuto, idem per quanto riguarda la SEO.

L’algoritmo di Google non resta immutato e di recente ha subito un drastico cambiamento. Un blogger con la B maiuscola torna spesso sui suoi pezzi per renderli sempre più accattivanti e per soddisfare le esigenze del suo pubblico.

Ti faccio un esempio: se hai scritto una guida sugli oggetti da non inserire nel bagaglio a mano e dovessi scoprire che le regole sono cambiate, sarebbe saggio tornare su quell’articolo e modificare le informazioni non credi? Di che utilità saresti se quello che scrivi è sbagliato?

Coccolare un blog e portarlo verso la crescita non è facile, ma è una delle cose più soddisfacenti che potrai fare nella vita.

La mini guida sulle 11 cose da sapere prima di aprire un blog termina qui e come sempre spero di esserti stata utile 🙂 Se l’articolo ti è piaciuto lascia un like alla mia pagina Facebook e seguimi su Instagram Presto inizieranno nuove entusiasmanti avventure in giro per l’Europa e per il mondo. Non vorrai mica perdertele vero? 🙂

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »