Tempo di lettura: 6 minuti

Una delle domande che ricevo più spesso è: “Come si guadagna da vivere un Travel Blogger“?. Dopo averti spiegato come organizzo le mie giornate, voglio parlarti anche dell’argomento che desta più domande in assoluto nella testa delle persone: “Quanti soldi prende un Travel Blogger e da chi viene pagato?”. Ti svelerò dove arriva il denaro per pagare le bollette, i corsi, l’attrezzatura, per fare la spesa e naturalmente per continuare a fare shopping di voli aerei 🙂

come si guadagna da vivere un travel blogger

Come si guadagna da vivere un Travel Blogger? 10 modi per farsi uno stipendio!

Guadagnare viaggiando è una realtà straordinaria che richiede tempo, costanza e studio. I metodi sono tantissimi e potrai decidere quello che ti piace di più, in modo tale da mirare i tuoi studi e le tue spese. Io amo scrivere e pubblicizzare prodotti creando foto e video da postare sui social network.

Vorrei farti una premessa importante: lavorare online non è semplice e non si arriva a costruire uno stipendio dopo poche settimane di lavoro. I guadagni non sono immediati e all’inizio non sono nemmeno tanto alti.

Acquistando esperienza e numeri consistenti sia sul blog che sui propri social network, molti si avvicinano ad uno stipendio che gli permette di mantenere se stessi o la propria famiglia.

E’ un’attività come tutte le altre e serve un piccolo investimento finanziario per poter iniziare. Serve un’attrezzatura medio-buona, soldi per fare corsi di vario genere (social media marketing, videomaker, fotografia, self branding, marketing, SEO ecc, ecc).

Un’altra cosa che voglio dirti è che il Travel Blogger non è un recensore. Spesso mi è capitato di sentirmi dire: “Mi chiedono informazioni di viaggio molto spesso quindi, vorrei fare il tuo stesso lavoro. Come si fa?!”. Purtroppo non basta dire la propria per diventare o essere definiti Travel Blogger ed è triste che oggi giorno siano ancora tante le persone che la pensano in questo modo. Fanno sembrare questo lavoro semplice e adatto a tutti quando in realtà non è assolutamente così.

Perché un Ente o un’agenzia dovrebbe pagarti per scrivere semplicemente la tua opinione se esiste già un portale gratuito chiamato “TripAdvisor”, in cui gli utenti registrati danno libero sfogo ai propri pensieri e opinioni?

A furia di viaggiare il VERO Travel Blogger svilupperà come una sorta di occhio clinico. Saprà apprezzare ed esaltare quello che gli altri non vedono e ti fornirà mille ragioni per visitare una determinata meta. Il turista si limita a precisarti se si è trovato bene o male dando le proprie motivazioni, vere o false che siano.

Viaggi di gruppo

Molti Travel Blogger organizzano viaggi di gruppo; per portare i propri lettori in giro per il mondo si affidano ad agenzie e a tour operator, ed essendo un lavoro a tutti gli effetti percepiscono un pagamento.

Vendere le fotografie online

Frequentando un corso di fotografia e acquistando una discreta dimestichezza nel creare scatti con la S maiuscola, potresti proporti alle aziende che acquistano foto per poi rivenderle ai siti che ne hanno bisogno. Sul web esistono vari portali in cui caricare i propri scatti. Non appena qualche potenziale cliente li noterà procederà all’acquisto. Non è molto rimunerativo, ma è comunque un’entrata passiva.

Articoli sponsorizzati

Per scrivere sul web è obbligatorio aver studiato e di conseguenza applicato la SEO all’interno dei propri articoli. Se lavorerai bene, verrai trovata/o dalle aziende e contattata/o per lavorare ad un articolo che sponsorizzi un loro prodotto, un evento o una località.

Viaggiare pagati dagli Enti del turismo

Quando un Ente vuole sponsorizzare una destinazione, contatta gli esperti del settore e propone loro un viaggio stampa retribuito, a cui partecipano uno o più blogger di viaggi. A volte il viaggio è semplicemente offerto, in altri casi viene pagato per la pubblicità che i blogger creano attorno a questo tour prima, durante e dopo il viaggio.

Diventare Web Copywriter

Come avrai capito, amo scrivere. E’ uno stimolo che mi viene da dentro. Ho fatto di tutto per diventare sempre più esperta perché è quello che fa per me e che voglio fare nella vita. Molti settori cercano e pagano figure chiamate “web copywriters” per produrre articoli sul loro sito aziendale o magazine.

Alcuni propongono un fisso per ogni articolo pubblicato e altri preferiscono pagare con le affiliazioni. ( Puoi affiliarti con le aziende di viaggio più famose e mettere i link all’interno del tuo blog. Se qualcuno acquista un qualsiasi pacchetto tramite uno di essi, ti verrà pagata una commissione ).

Diventare social media manager, Digital PR e insegnati del web

Una volta maturata una discreta esperienza nel settore, potresti creare delle slide e proporre un corso per i nuovi apprendisti del web! Potresti essere chiamata/o da scuole che organizzano corsi extra relativi a questo settore come è capitato a me nel 2018. Potresti dare lezioni anche via Skype, Zoom e altre piattaforme di video chiamata.

Un altro modo è proporti alle aziende o ai negozi come Social Media Manager ( uno dei metodi più utilizzati e più rimunerativi ) e infine diventare Digital PR, una figura che funge da mediatore tra azienda e digital creators.

Detta così sembra semplice ma non lo è: bisogna imparare a leggere i dati analitici di ogni social network, inviare mail con i report, cercare le figure giuste e spiegargli perché sono state ingaggiate e cosa dovranno fare. I digital PR vengono contattati dalle aziende per creare una strategia ed è un lavoro molto stancante.

Traduzioni 

Questo non è decisamente il mio campo, ma un ottimo modo grazie al quale un Travel Blogger può guadagnare e lavorare ovunque nel mondo è grazie alle traduzioni. Se sei laureato/a in lingue, puoi cercare annunci di lavoro sui vari siti online di traduzione di testi, articoli ecc, ecc.

Molti Travel Blogger ricevono guadagni niente male grazie ai banner pubblicitari inseriti all’interno del proprio sito web. I banner non sono altro che annunci pubblicitari, e se i tuoi visitatori ci cliccano sopra, ti arriverà una piccola percentuale. Ovviamente più lettori hai meglio è. Se non superi le 30/40 mila views al mese, te lo sconsiglio.

Vendita del proprio libro

Se ami scrivere e hai una storia da raccontare perché non provi a scrivere uno o più libri? Conosco molti colleghi che nel corso del tempo si sono guadagnati da vivere così: dispensando il loro sapere creando delle guide di viaggio in cui hanno messo nero su bianco le proprie imprese. Altri invece, hanno semplicemente venduto la propria storia di vita creando un romanzo o biografia ecc, ecc.

Probabilmente è il più difficile tra i vari metodi che ti ho elencato, però tentar non nuoce. ( Un consiglio: il mondo dell’editoria non è un mondo semplice e le fregature sono spesso dietro l’angolo, così come gli avvoltoi quindi, fa attenzione e fatti seguire da qualcuno che ne sa o che ci è già passato ).

Brand Ambassador

Molti brand cercano testimonial del loro prodotto di punta e contattano influencer, digital creator o Travel Blogger proponendo un contratto con pagamento a cadenza fissa o a percentuale.

Questo comporta l’utilizzo e la messa su piazza dell’oggetto in questione, e ovviamente lo si fa sui propri canali social. Non vengono scelte persone a caso, ma solo coloro che utilizzano i social in modo professionale.

Se nessuno ti contatta puoi provare a creare tu stessa/o un progetto e mandarlo all’azienda; se gli piace potrebbero anche dirti di sì, ma fallo solo se è affidabile altrimenti ci farai una figuraccia e perderai la fiducia della tua community.

Come vedi esistono tanti modi per guadagnare facendo il Travel Blogger. Bisogna solo mettersi alla prova e studiare tanto.

La mini guida su come si guadagna da vivere un Travel Blogger termina qui e come sempre spero di esserti stata utile 🙂 Se l’articolo ti è piaciuto lascia un like alla mia pagina Facebook e seguimi su Instagram Presto inizieranno nuove entusiasmanti avventure in giro per l’Europa e per il mondo. Non vorrai mica perdertele vero? 🙂

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »