Tempo di lettura: 4 minuti

fare un viaggio in India

Ah, L’india…che paese particolare e pieno di sfaccettature! Potrei scrivere 100 libri su questo posto, ma non riuscirei comunque a spiegare la complessità di usi, costumi, contraddizioni e aspetto religioso. E’ uno di quei paesi che suscita curiosità a chiunque, e dato che sei atterrato/a su questo articolo, significa che stai pensando di fare un viaggio proprio qui, in India. Dico bene? Apri bene le orecchie perché ti darò tuuuuutte le info necessarie pre-partenza.

Voli, hotel e assicurazione di viaggio

Prima di iniziare voglio darti subito due dritte su voli, soggiorni e assicurazione di viaggio! Per trovare voli low cost ti consiglio di affidarti a Skyscanner o Momondo, i motori di ricerca numeri uno nel settore travel.

Per quanto riguarda l’assicurazione di viaggio ti consiglio il portale Heymondo e ovviamente, dato che sono buona e generosa, ho un codice sconto da regalarti.

Se invece stavi già iniziando a scervellarti per trovare un alloggio, don’t worry baby il nostro caro amico Booking.com non delude mai!

Fare un viaggio in India: come partire preparati 

Mi viene un po’ da sorridere nell’utilizzare queste due parole: “partire preparati”. Fare un viaggio in India significa far fronte a mille avventure, alcune brutte altre belle. Che le danze abbiano inizio…

Visto e passaporto

Partiamo dalla documentazione: per entrare nel paese serve il visto, il passaporto con validità residua di 6 mesi e altre pippe varie che ho messo nero su bianco nell’articolo che ho scritto su come ottenere il visto per l’India. Dato che l’argomento è abbastanza lunghino ho preferito linkartelo.

Sim Card

In una città caotica come Nuova Delhi non avere internet è un delirio. Preparati mentalmente perché purtroppo è il destino crudele di tutti i viaggiatori che arrivano in questo paese: la Sim Card inizia a funzionare tra le 10 e le 24 ore dall’attivazione, indipendentemente dal gestore telefonico. WELCOME TO INDIA BABY.

Non ti dico il macello per trovare un albergo o guesthouse senza riuscire a consultare i motori di ricerca.

Dopo 24 ore di viaggio ti assicuro che non è una situazione semplice da gestire, soprattutto se non te l’aspetti. Ora come ora partirei molto più organizzata, questo è sicuro, ma quel giorno è stato un macello che non dimenticherò mai 🙂 Ben venga però, ho deciso di viaggiare all’avventura e se tutto andasse come pianificato che avventura sarebbe? 🙂

Attenzione ai finti tassisti

Niente sim = niente Uber per spostarsi low cost. Dato che dovrai prendere per forza un taxi stai molto attento/a a non incappare nelle classiche trappole per turisti.

Appena varcherai l’uscita verrai accerchiato/a e rincorso/a da 200 mila indiani pronti a scortarti ovunque e da alcuni individui che si improvvisano tassisti professionisti quando in realtà non è così.

Ricordati che i taxi ufficiali sono parcheggiati davanti all’aeroporto, che sono tutti dello stesso colore e che devono contenere targhetta identificativa e numero di serie ben visibili.

Se hai poca dimestichezza ho scritto un articolo su come non farsi fregare dai tassisti o driver mentre si è in giro per il mondo!

Screenshot della prenotazione

Dato che non potrai collegarti a Booking.com per mostrare nome, indirizzo e numero di telefono dell’albergo, prima di partire fai uno screenshot in modo che driver e hotel possano contattarsi tra di loro qualora ci fosse un problema.

Spostamenti con i tuk tuk 

In India ci sono più tuk tuk che persone, quindi non c’è alcun bisogno di farti scortare ovunque dalla stessa persona perché spenderai il triplo dato che dovrà restare con te tutto il giorno, aspettandoti all’uscita di ogni attrazione.

Quale compagnia aerea scegliere per i voli interni 

Se devi spostarti all’interno del paese con un volo o addirittura uscire dalla nazione come ho fatto io per andare in Sri Lanka, scegli la compagnia Indigo. Costa poco, il sito web è molto intuitivo, ha una buona reputazione e gli aerei sono molto belli!

Per entrare in aeroporto servono i documenti di viaggio

Una volta uscito/a dall’aeroporto, per rientrare dovrai esibire alle guardie i documenti di viaggio ovvero: passaporto, check-in online o l’itinerario di volo dettagliato in cui viene specificato l’orario e la data della partenza, nome e cognome del passeggero, numero del volo e la compagnia aerea.

Sappi che senza questo foglio non ti faranno entrare. Puoi esibirlo direttamente dal tuo smartphone assieme al passaporto.

Fare un viaggio in India sarà una bella avventura e spero che questo articolo ti sia stato d’aiuto 🙂 Se ti è piaciuto lascia un like alla mia pagina Facebook e seguimi su Instagram Presto inizieranno nuove entusiasmanti avventure in giro per l’Europa e per il mondo. Non vorrai mica perdertele, vero? 🙂

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »