“Devi guardare la tua città con gli occhi di uno straniero per scoprirla, apprezzarla e soprattutto parlarne”. La scorsa settimana ho trascorso mezza giornata a Bologna e da questo “piccolo viaggio”, ho capito quanto sia importante prendersi del tempo per ammirare più da vicino la città che probabilmente sottovaluti, solo perché ci vivi vicino. Se volete soggiornare a Bologna trovate delle ottime offerte cliccando qui.

Mezza giornata a Bologna, come sfruttare al massimo il tempo
La visuale su Bologna dalla Torre degli Asinelli

Mezza giornata a Bologna dalle prime ore del mattino

Il mese di agosto è il più rovente in Italia. Visitare in mezza giornata Bologna, mi è sembrata la scelta più sensata quindi essendo sia mattiniera che calorosa, ho deciso di puntare la sveglia alle 4 e mezza di mattina, in modo da arrivare in città e godermi qualche ora di fresco.

Amo vedere un posto nuovo all’alba. Ti mostra la sua intimità. La sua vera natura. Dei colori e suoni diversi. Quando non c’è nessuno attorno a te riesci a vedere “l’altro volto” del luogo che stai visitando e secondo me non c’è cosa più bella!

Ricordatevi di indossare le scarpe giuste! Ho visto molte ragazze che inciampavano e cadevano a causa di tacchi a spillo o scarpe senza suola anti-scivolo.

Sicuramente è una scelta strategica per aggiudicarsi i primi posti nella scalata alla torre degli asinelli, una delle principali attrazioni di bologna nonché cuore e punto focale per le squisitezze bolognesi, le buone letture e la buona compagnia.

La salita sulla torre è stata una delle cose che mi è piaciuta di più perché amo da sempre vedere le città dall’alto. Bologna ha un aspetto medioevale in ogni sua forma che si percepisce da subito sia per chi l’osserva dall’alto che dal basso. Vengono organizzati ogni 45 minuti, dei gruppi per la salita. Per scalare i 498 scalini e arrivare in cima impiegherete al massimo 15 minuti a passo svelto.

Ogni 2/3 piani troverete una piattaforma in legno in cui prendere un minuto di fiato per poter proseguire. L’abbigliamento più adatto è un pantalone comodo unito a dalle buone scarpe da ginnastica. Ho visto alcune donne salire con la “gonna a zingara” e dato che arriva fino a piedi potreste rischiare di inciampare e farvi davvero male.

Salite con uno zainetto, evitate una borsa a mano o a tracolla. Il prezzo del biglietto è di sei euro e si deve acquistare nell’ufficio informazioni di fronte a San Petronio (Piazza Maggiore). Se siete viaggiatori diversamente abili, chiedete se potete salire ugualmente utilizzando le braccia. Chiesi questa informazione ma non mi diedero una risposta certa.


Mezza giornata a Bologna camminando sotto i suoi portici

I portici di Bologna sono spettacolari, non solo per le arcate maestose che cambiano aspetto e forma da una via all’altra, ma anche per la loro pavimentazione fatta in mosaico e palladiana. Sono stupefacenti. Mezza giornata nel capoluogo Emiliano vi farà scoprire tantissimi aspetti, piccoli e grandi, che non scorderete facilmente!

Bologna è una delle poche città al mondo che si può visitare anche se piove! Grazie ai suoi elegantissimi portici la città è accessibile durante tutte le stagioni dell’anno.


Piazza Maggiore

La città di Bologna si collega benissimo a tantissime attrazioni interessanti e principali. Ad esempio prima di arrivare alle due torri, passerete per Piazza Maggiore.

Sapevate che è la sesta chiesa più grande d’Europa, prima a Bologna e quarta in Italia? Il suo fascino è unico! Sarà che adoro il rosso tenue che assomiglia al rosa antico unito al marrone scuro, ma i suoi colori mi hanno lasciato a bocca aperta.

E’ la prima cosa che noto quando osservo un luogo di culto. Un’altra delle sue particolarità è che possiede la meridiana più grande al mondo. Poche ore a Bologna e ho scoperto tantissime cose sulla sua unicità e soprattutto sul suo essere prima in classifica in tanti aspetti.

Ovviamente entrandoci da Via Indipendenza, la via dello shopping, ci si interfaccia con la fontana del Nettuno, un altro simbolo importante di Bologna che funge da preview alla spettacolare Piazza Maggiore.


Alma Mater Studiorum

Bologna è conosciuta in tutto il mondo perché possiede l’università più antica del pianeta nata nel 1088! Laurearsi in un luogo in cui ha avuto origine un’istituzione, nonché la patria della conoscenza, dev’essere un’emozione non da poco per gli studenti che la frequentano o l’hanno frequentata.


Venezia a Bologna, Via delle Moline

Una piccola Venezia l’abbiamo anche noi Bolognesi!

I canali della città sono un altro aspetto interessante, per gli stranieri e cittadini, che potrete scoprire passando mezza giornata a Bologna. Il canale delle Moline è rinchiuso fra le sue case e si può sbirciare attraverso questa porticina.

In alcuni momenti della giornata troverete addirittura la fila per un selfie. Per arrivarci vi basterà far riferimento all’osteria “Al Biassanot”, la finestrella si trova nel muro di fianco.


San Luca

Prendendo un taxi, che vi porta o in cima o all’inizio della scalata ai 666 portici di San Luca, potrete vedere un’altra delle particolarità uniche al mondo di questa straordinaria città. Questa chiesa, che si erige possente su Bologna in una zona splendida e immersa nel verde, è conosciuta per la lunghezza del suo porticato, ovvero il più lungo al mondo! Ben 3,5 chilometri tutti in salita.

San Luca rappresenta casa, leggende, storia e religione. Un mix che ti farà sentire semplicemente a Bologna! Tutte le volte che visito un’altra città Italiana, quando sono di rientro e vedo San Luca da lontano esclamo sempre: “ci siamo, siamo a casa”. Vi consiglio di visitarla perché il paesaggio dall’alto è mozza fiato, soprattutto al tramonto!

Se noleggiate un auto potete arrivarci utilizzando google maps ed inserendo la via che vi porterà direttamente in cima: Via di San Luca,36. Se prendete un autobus optate per il numero 20, scendete in Via Saragozza, prendete la linea 58 ed arriverete in cima.


Stazione di Bologna

Anche la stazione di Bologna l’ha resa unica al mondo ma non per un motivo gioioso. Fu oggetto di un attentato terroristico nel lontano 1980, che nel tempo è diventato il più grave nella storia di questa città e nell’epoca del dopoguerra.

Se arrivate con il treno e volete immergervi da subito nella cucina Bolognese fermatevi a mangiare le tigelle da Dispensa Emilia.

Sono stata invitata assieme ad altri influencer per assaggiarne qualcuna e ne avrei mangiate 200! Erano deliziose come erano deliziosi gli ingredienti per riempirle…

Anche gli abbinamenti erano geniale, ad esempio la tigella al ragù e grana. Era DEVASTANTE!


Basilica di Santo Stefano, le 7 chiese

La basilica di Santo Stefano è un complesso di edifici religiosi di Bologna che si trova nella piazza Santo Stefano da cui prende il nome. Si trova a pochi passi dalle due torri ed è un altro punto importante di questa straordinaria città. Scusate se torno sempre sull’argomento Asia, ma è impossibile non pensarci. Questo insieme di chiese mi ha ricordato i templi di Bangkok, in cui all’ingresso di uno ne trovi tanti altri all’interno.


Roxy bar

Un altro posto da vedere, se si passa mezza giornata a Bologna, è il mitico Roxy Bar, in cui Vasco Rossi poggiò piede solo una volta. Si trova in Via Rizzoli,9 che è una delle vie più centrali di Bologna e si trova a stretto contatto con le due torri. Io non sono entrata l’ho visto solo dall’esterno. Non so se sia aperto o meno dato che nel 2014 chiuse perché “i conti non quadravano”.


Scrivendo questo articolo vi ho fatto conoscere solo una piccola parte delle tante bellezze di Bologna. Il mio tour non finisce qua. Il prossimo articolo che scriverò riguarderà la sua affascinante storia e le vie più belle dove fare shopping!

Se ci siete stati fatemi sapere se vi è piaciuta. Anche se riuscirò a trasferirmi in Thailandia, Bologna, e il suo buon cibo, avranno sempre un piccolo spazio nel mio cuore di Italiana.

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »