Lo splendore di Carrara è emerso con grande successo, durante il press tour e durante il White Carrara.

Lo splendore di Carrara e delle sue montagne

Molto spesso capita di non valorizzare la città in cui viviamo, quindi per i Carrarini, questa manifestazione di 8 giorni è stata un modo per dimostrare sia a se stessi che al mondo, quanta potenzialità turistica giri attorno alla città protagonista dell’evento.


Lo splendore di Carrara: la gita alle cave

Il primo giorno l’ho passato visitando le cave a bordo di una jeep, cosa che ho adorato, perchè ha dato un tocco di brio alla gita. Appena arrivati nel punto più alto della montagna, tutti i giornalisti, travel blogger, registi e filmaker si sono scatenati in foto, video e dirette radio per informare il pubblico dell’inizio ufficiale del tour a Carrara.

Ovviamente il nostro abbigliamento doveva essere comodo, per affrontare l’intera giornata dentro e fuori le cave di marmo. All’interno il pavimento è bagnato e scivoloso, quindi sia che ci troviamo d’inverno o d’estate è consigliabile visitarle con degli scarponcini muniti di carro armato.

Prima di scendere dalla macchina ci hanno fornito un caschetto protettivo; inoltre dato che lo sbalzo di temperatura è importante, specialmente d’estate, portatevi un foulard e un cardigan per proteggervi dall’escursione termica.


Lo splendore di Carrara: la cava di Fantiscritti

Il marmo di Carrara, prima della lavorazione, si presenta color grigio a causa dell’umidità a cui è sottoposto! All’interno delle cave la temperatura è costante a 16 gradi!

Mentre percorrevamo i tunnel che ci portassero ad un piazzale comodo per permetterci di scendere ho notato la dimensione della macchina tagliatrice: lunga tre metri e talmente potente da tagliare 5 centimetri di marmo alla velocità di 150 chilometri orari.

Le jeep si sono poggiate di fronte al murales di Ozmo che ritrae il Michelangelo. Una delle particolarità di Carrara è proprio questa: l’arte dentro le montagne! Sono rimasta senza fiato dall’enormità del dipinto! Non è semplice realizzare un’opera di queste dimensioni all’interno di un luogo di lavoro ostile.


Il marmo di Carrara conosciuto in tutto il mondo

 

La guida ci ha spiegato che nel mondo esistono altre cave di marmo, anche se non è pregito come quello che estraggono a Carrara. Cinesi, arabi, indiani e altri popoli, lo ordinano proprio per le sue proprietà inestimabili e introvabili se non in questa città toscana: non si sbriciola, è ricco di cristalli, adatto ad interni ed esterni ed è compatto.

Un’altra particolarità che ha catturato la mia attenzione è stato vedere dei porta bevande con all’interno delle bottiglie di vino. Ci è stato spiegato che la temperatura delle cave è ottimale per la giusta fermentazione.


Lo splendore di Carrara: accademia di belle arti

Poco lontano dal centro si colloca quest’importante accademia che ospita giovani studenti da tutto il mondo, venuti in Italia per studiare la scultura del marmo. In occasione del White Carrara downtown sono stati collocati dei piccoli banchetti di legno per la piazza con sopra un blocco di marmo che devono lavorare.

Io e un altra giornalista della CBS News, Sabina Castelfranco, abbiamo intervistato due giovani di origine cinese che si cimentavano nel dare un volto a quel minerale che ha reso Carrara una delle città più interessanti della Toscana.

All’interno dell’accademia esiste una parete con dei marmi estinti di diverso colore che ho trovato davvero interessante. Ogni anno la scuola registra ben 800 iscrizioni, anche se aumentano sempre più.


Il centro di Carrara: il suo simbolo ovunque

Anche il centro della città mi ha entusiasmata tanto! I palazzi circostanti erano tutti di diverso colore creando uno stile vintage delicato e che ti porta immediatamente a scattare delle foto. La ruota, simbolo della città, la si ritrova ovunque: sui ponti, sulle case antiche e persino per le strade.

Del resto Carrara è tutta bella: una città in mezzo a due monti ma che affaccia sul mare…cosa desiderare di più?


Lo splendore di Carrara: food and drinks

 

A coronare la gita per Carrara e i suoi splendidi monti, c’è la visita a Colonnata, paesino non molto distante da Fantiscritti che conta solo 180 abitanti. Non è il numero totale della popolazione a rendere famosa una cittadina, bensì quello che offre: il lardo di Colonnata è un must nel mondo food che prende subito un 5 stelle da tutti gli influencer presenti!

Vengono prodotti ben 4000 quintali l’anno di lardo, che fra l’altro, possiede un indice pressoche’ assente di colesterolo grazie al tipo di lavorazione e conservazione.


Lo splendore di Carrara nei suoi musei

Durante il press tour sono stata invitata a partecipare alla conferenza stampa che ha inaugurato il museo Carmi. Collocato al Parco Padula nella Villa Fabbricotti, il museo presenta le opere di Michelangelo e altre sale a tema dedicate alla città e al marmo. Finalmente inaugurato apre al pubblico il 2 giugno 2018.

L’obbiettivo è quello di accompagnare i Carrarini e i turisti in visita, a scoprire l’intimo rapporto tra Michelangelo e la capitale del marmo mediante il minerale dal quale lo sculture ha saputo creare opere come il David!

Carrara sotto questo aspetto si prende una grande rivincita nei confronti di alcune città note e conosciute, soprattutto perchè sono diventate patrimonio della cultura Italiana, come ad esempio Firenze o Roma. A prendere molti punti non è solo Carrara ma anche l’Italia, da tempo poco valorizzata rispetto al resto del mondo.


Essendo Italiana e vivendo qua da una vita, anche io pecco di ignoranza riguardo ai tesori e alle bellezze che l’Italia può offrire. D’altra parte c’è un detto che dice: “sbagliando si impara”. Il press tour alla scoperta di Carrara e dei suoi tesori, mi ha aiutata molto nel mio lavoro di Travel blogger, soprattutto perchè ho capito quanta potenzialità turistica abbia da offrire il nostro paese.

Lo splendore di Carrara e del marmo mi resterà sempre inciso nel cuore.

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »