Tempo di lettura: 5 minuti

Avevi mai riflettuto sulle differenze tra il viaggio anni 90 e il viaggio anni 2000? Questo concetto è cambiato tantissimo nel corso del tempo e come in tutte le cose della vita, ci sono stati pro e contro. Come sai, ho un animo vintage e alcune cose ho preferito lasciarle come le ho conosciute, come ad esempio preparare un itinerario sulla mia adorata Midori, affidarmi alle guide di viaggio, utilizzare la cartina e viaggiare principalmente in famiglia. Altri cambiamenti sono stati una vera e propria manna dal cielo e nell’articolo di oggi ti andrò a sviscerare i più eclatanti 🙂

viaggio negli anni 90 e viaggio anni 2000

Viaggio anni 90 e viaggio anni 2000: tutte le differenze

Compagni di viaggio 

Oggi va di moda viaggiare da soli, viaggiare senza portarsi dietro i propri figli e viaggiare con gli amici. Negli anni 90 si viaggiava in famiglia e l’invito non si estendeva solo a mamma, papà, sorelle e fratelli ma anche agli zii, cugini e nonni.

Non si organizzavano tour alla scoperta del posto in cui si trascorreva la propria vacanza ma si restava fissi in un posto, guardando lo stesso mare e calpestando la stessa sabbia. Inoltre, la vacanza durava quasi un mese e non solo una o due settimane. Il valore della famiglia e del lavoro erano totalmente opposti a quelli di adesso.

Cartoline

Vent’anni fa per dire agli amici che si era arrivati c’erano solo due opzioni: o si faceva una telefonata, ma dovevi fare in fretta perché non esistevano i minuti illimitati come ora, oppure spedivi una cartolina. Negli anni 90 Whatsapp non esisteva baby idem per quanto riguarda Facebook o Instagram. Non esistevano notifiche immediate, bisognava solo pazientare 🙂 Forse è anche per questo motivo che nel passato si era più pazienti perché oggi giorno è tuuuutto molto immediato, non credi? 🙂

viaggio negli anni 90 e viaggio anni 2000

Ci si godeva la compagnia e la vacanza

Senza i social di mezzo, ci si godeva molto di più il luogo che si visitava e anche la compagnia perché oggi giorno, me compresa non voglio fare la santa, si trascorre fin troppo tempo dietro lo smartphone!

Le attività che si potevano svolgere in spiaggia sono andate via via scemando. Ad esempio un tempo si giocava a carte per ore e ore sotto l’ombrellone, a pallone, beachvolley, palla nuoto, a racchettoni, si facevano enormi castelli di sabbia, si giocava con i materassini gonfiabili dentro il mare finché non si sentiva la mamma gridare: “FUUUORIIIIIII AVETE LE DITA DI RICOTTA” ecc, ecc, mentre adesso ci possiamo portare lo smartphone e la videocamera anche sott’acqua 🙂 Non sto dicendo che è un male ma è logico che è diventato quasi impossibile separarsi dagli strumenti tecnologici.

Non esisteva Google Maps

viaggio negli anni 90 e viaggio anni 2000

Google Maps nasce nel 2005 e prima di lui esistevano solo le cartine e il miracoloso metodo “scendi e domanda” :). Prima di partire per un viaggio, mio padre si studiava la cartina per qualche giorno e anche se il navigatore satellitare fu inventato nell’89 non fu efficiente da subito per compiere viaggi lontani, e ad ogni modo non tutti potevano permetterselo. Ora gli aggeggi tecnologici te li buttano dietro ma un tempo cavolo se costano!

Durante un on the road si doveva prestare la massima attenzione a tutte le indicazioni stradali per non perdere la rotta e forse dirò una pazzia ma delle volte penso che potrebbe essere divertente provare a viaggiare così 🙂 E’ proprio sbagliando strada che molte volte si finisce in posti meravigliosi e inaspettati. D’altro canto mi rendo conto che girare per alcune città senza un navigatore diventerebbe un vero e proprio incubo quindi come vedi, ogni cosa ha i suoi lati positivi e negativi. Nei viaggi anni 90 ci sarebbe voluto un pizzico di viaggi anni 2000 e viceversa! Io voto sempre per l’equilibrio baby!

Non esistevano viaggi low cost

I viaggi low cost sono nati pochi anni fa e questo ha incrementato tantissimo il mondo del turismo. Negli anni 90 non erano tante le persone che si potevano permettere un viaggio fuori dall’Italia, mentre oggi giorno è molto più accessibile esplorare terre straniere e vorrei aggiungere grazie al cielo! Inoltre, oltre al ribasso dei biglietti aerei, motori di ricerca low cost come Skyscanner sono nati i primi anni del 2000 ( Skyscanner nel 2002 ), per cui se prima si poteva dare valore solo al proprio paese, oggi ci si può concentrare anche sul resto del mondo!

Macchina fotografica usa e getta

Anche se la macchina fotografica digitale nacque nell’81, furono pochissime le persone che riuscirono a permettersela nell’immediato e così, per questione di costi, molti utilizzavano la macchina usa e getta e ai tempi si doveva fare moltissima attenzione a quanti scatti si facevano perché chi non possedeva una digitale, prima o poi, terminava il rullino 🙂 Oggi chiunque di noi può controllare la foto ancora prima di scattarla e tutto questo grazie agli schermi interattivi, inoltre prima di riempire la memoria ne deve passare di acqua sotto i ponti, no? 🙂 Ora potresti pure stancarti a furia di fare dei click 🙂

Contanti

Negli anni 90 girare con i contanti andava molto più di moda che adesso. Oggi è tutto digitalizzato. Basta strisciare la propria carta di credito et voilà, si ha il mondo ai propri piedi. Anche se nel nostro paese il primo bancomat arrivò nell’83, le persone non persero immediatamente l’abitudine nell’utilizzare i soldini in carne ed ossa, mentre dal 2000 in avanti, piano piano, iniziarono a farsi andare bene questa incredibile evoluzione.

Spero che questo confronto ti sia piaciuto 🙂 Io ho adorato fare un paragone tra i viaggio anni 90 eviaggio anni 2000 🙂

Prima di salutarci ho piccolissimo favore da chiederti: se l’articolo ti è piaciuto, lasceresti un like alla mia pagina Facebook ? Presto inizieranno nuove entusiasmanti avventure in giro per l’Europa e per il mondo. Non vorrai mica perdertele vero? 🙂

PSSSSS se come me ami lo stile di vita e di viaggio vintage leggiti la mini guida che ho scritto sugli oggetti vintage da portare in vacanza 🙂 Sono sicura che ti piacerà 🙂

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »