Tempo di lettura: 4 minuti

trofie al forno

Due settimane fa ti ho lasciato la ricetta di un primo light, fresco e dal sapore prettamente estivo ovvero gli spaghetti ricotta, pomodorini e pistacchi mentre oggi ti propongo un’altra prelibatezza che ti farà leccare i baffi, ma dal sapore e consistenza completamente diversi; prepara gli appunti perché sto per regalarti i procedimenti step by step per realizzare le trofie al forno con speck, noci e provola 🙂

Le trofie al forno sono un piatto perfetto per la stagione invernale, soprattutto se condite con provola, parmigiano e speck, una serie di ingredienti abbastanza tamugni ( la parola “tamugno” in bolognese significa “pesante” o “tosto” ) da digerire, per non parlare del fatto che per cuocere il tutto serve il forno.

Prima di cominciare ti racconto qualche curiosità sulle trofie, in questo modo prenderai confidenza con questa simpatica tipologia di pasta dalla forma un po’ bizzarra, ma dal gusto unico.

Qualche curiosità

ricetta trofie al forno

Le trofie sono nate in Liguria e sembra che il nome derivi dal genovese “strufuggia” che significa “strofinare”, dato che il movimento necessario per riprodurle consiste nello strisciare la pasta sul piano di lavoro!

Un tempo venivano preparate dalle casalinghe, ma di li a poco sono diventate un piatto talmente famoso e richiesto che fu necessario costruire un macchinario in grado di produrne in quantità e il più velocemente possibile.

Quella che era nata come una pasta casereccia per riuscire a guadagnare qualche spicciolo, diventò presto una celebrità culinaria all’interno della regione e dell’intero Paese, e ti posso confermare che piacciono tantissimo anche qua a Bologna 🙂

Se ti interessa scoprire altre info sulle trofie ti lascio il link dell’articolo che approfondisce l’argomento.

Trofie al forno con speck, noci e provola: lista degli ingredienti

Dosi per 4 persone

Trofie: 500 gr

Speck: 200 gr

Noci: 20 gr

Provola affumicata: 200 gr

Besciamella: 500 gr

Parmigiano: 50 gr

Burro: qb

Procedimento

Per prima cosa soffriggi lo speck assieme alle noci per circa 5/6 minuti, dopo di che porta a ebollizione l’acqua e cuoci le trofie al dente, dato che completerai la cottura nello step finale che ti spiegherò tra poco! Appena saranno pronte, scolale e versale nella stessa padella antiaderente dove hai precedentemente cotto lo speck e le noci.

Mescola qualche minuto per farle insaporire, aggiungi la provola a cubetti e i 450 ml di besciamella. Mescola il tutto a fuoco medio per circa 5/6 minuti finché il composto non diventa cremoso.

Travasa il tutto in una pirofila di vetro livellando la pasta in modo uniforme aiutandoti con un mestolo di legno e aggiungi i restanti 50 ml di besciamella sulla superficie. Terminato questo procedimento cospargi il formaggio grattugiato, qualche ricciolo di burro e la sbriciolata di noci.

Inforna a 180/200 gradi per 25/30 minuti per far dorare la pasta a dovere. Se la ricetta delle trofie al forno ti è piaciuta lascia un like alla mia pagina Facebook e condividi l’articolo sui tuoi canali social 🙂

Autore della ricetta @madloveforfood

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »