Quando si svolge un lavoro d’ufficio, perché oltre ai viaggi un Travel Blogger svolge anche questa mansione, quello che si desidera di più per la propria estate è passare qualche giorno circondati dal verde e dai doni della terra: mari, fiumi, montagne.

Molino del Pallone

E’ dall’anno scorso che vi mostro le bellezze del fiume protagonista delle mie estati, ed è giunto il momento che vi dia tutte le informazioni su come arrivare al Molino del Pallone.


Tutti i modi per arrivare al Molino del Pallone

Uno dei metodi per raggiungere la località low cost e in tutta comodità è il treno. La ferrovia si trova proprio di fronte alla discesa che raggiunge la spiaggetta. Se venite da Bologna dovete prendere un biglietto in direzione Porretta Terme. Arrivati a Porretta prendete un ulteriore treno che vi porterà al Molino del Pallone. Se invece partite da un’altra stazione ferroviaria, tenete sempre presente come punto di riferimento Porretta Terme.

Il viaggio dura circa un’ora e mezza e so che non è il metodo più veloce per raggiungere la destinazione ma sicuramente è un modo per dimostrare che è possibile essere viaggiatori sostenibili.


Arrivare al Molino del Pallone in auto

Se siete troppo lontani e preferite spostarvi in auto raggiungere il Molino del Pallone è molto semplice. Vi basterà impostare la destinazione su Google Maps. Arriverete in un paese che si chiama: Ponte della Venturina. Questa frazione possiede una piccolissima rotonda. Quando la incontrate girate a destra, ci sarà anche il cartello ad indicarvi la direzione giusta, e poi proseguite fino ad arrivare.

Non cambiate mai direzione e in meno di 25 minuti sarete al fiume. La strada è piena di curve quindi non correte perché alcune sono davvero pericolose se prese ad alta velocità. Nel periodo invernale la strada frana spesso e volentieri, quindi non è difficile incontrare dei mini semafori stradali che regolino il traffico, inoltre sarete circondati dal bosco sia dal lato destro che sinistro quindi potreste incontrare animali di una certa stazza fermi in mezzo alla strada o in fase di attraversamento, quindi andare piano è la scelta più saggia.


Attività che potete fare al Molino del Pallone

La zona circostante il Molino del Pallone è molto attrezzata rispetto ad altri fiumi. Ci sono lettini, zone d’ombra con alberi e panche per mangiare al fresco, bagni, anche se per niente puliti, e una doccia a disposizione per andare a bagnarsi quando fa troppo caldo e non si riesce ad entrare nel fiume.

L’acqua del Molino è molto fredda e diventa sopportabile solo ad agosto quando le temperature sono talmente elevate che l’acqua riesce a riscaldarsi un pochettino. Ci vorrà un po’ per tuffarsi ma dopo che lo avrete fatto vi sentirete benissimo. Non è facile trovare dei fiumi che non siano inquinati o pericolosi in giro per l’Italia.

La pozza è profonda circa 2 metri più o meno quanto una piscina e c’è chi si arrampica sulle rocce per poi tuffarsi! Dopo un po’ che ci si muove la nuotata diventa estremamente piacevole!

Potrete pescare e giocare a beach volley se portate un pallone. Hanno costruito un campo con la sabbia e il divertimento è assicurato. Volete sapere i costi? Attaccato ad un albero c’è una cassetta per le contribuzioni volontarie. I volontari che se ne prendono cura desidererebbero ottenere solo due euro per l’uso degli sdrai e circa 5 euro per l’uso della tavola in cui pranzare. Non ci sono tasse per entrare essendo considerato un luogo pubblico e nemmeno costi per poter utilizzare il campo da pallavolo. Conveniente no?


Oggetti indispensabili per passare una giornata al fiume!

Chi non è mai stato al Molino del Pallone o in qualsiasi altro fiume, non sa come ci si deve attrezzare quindi vi scriverò una mini lista.

Prima di tutto portatevi delle scarpette anti taglio in gomma per i piedi. I sassi sono scivolosi e calpestarli a piedi nudi potrebbe essere doloroso. Costano poco e di solito si utilizzano anche per il mare quando anziché la sabbia trovate i fastidiosi sassolini.

Portatevi le scarpe da ginnastica oltre alle infradito perché per scendere al fiume dovrete passare in mezzo a dei sassi e non tutti sono in grado di farlo da subito con le ciabatte. Negli anni ho visto tante persone scivolare e farsi male ad una caviglia.

Se lo avete, portate un materassino imbottito. Se gli sdrai terminano starete ugualmente comodi. Potrete anche portarli a ridosso del fiume. Se sarete fortunati da trovare un posto senza troppi massi appuntiti attorno, potrete adagiarlo al suolo e restare vicino all’acqua!


Su Booking.com ci sono moltissime offerte per passare una o più notti in zona. Se questa estate non sapete dove andare, potete optare di venire al Molino del Pallone per qualche giorno e godervi un pezzo di natura ancora incontaminata!

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »