E’ inutile negarlo. La piccola Dozza affascina chiunque e vengono da tutta Italia per visitarla!

Informazioni su Dozza

Con i suoi colori, i suoi fiori, le sue viuzze acciottolate, l’incredibile street art e il calore dei suoi abitanti che girano fieri per le strade del loro borghetto, è in grado di rapire il cuore di chiunque.

Informazioni su Dozza

Tante persone mi hanno confessato che è da tempo che desiderano farle visita, sia italiani che stranieri. Oltre a postarvi qualche foto della cittadina vorrei darvi qualche informazioni su Dozza; come raggiungerla, cosa vedere, quanto tempo vi servirà per vederla tutta e infine dove mangiare.


Informazioni su Dozza, il borghetto colorato delle campagne imolesi

La prima cosa che interessa ognuno di noi è come raggiungere la meta. Quale mezzo scegliere tra i tanti e quale sia il più conveniente.

Come raggiungere Dozza con i treni e con i bus

Ci sono vari modi per arrivare a Dozza. Se volete risparmiare e venite da lontano potreste prendere un treno per Bologna, che è fornita di treni veloci e treni regionali ben collegati essendo una stazione molto grande. Da qui potete acquistare un biglietto per Imola. Sono circa 20 minuti di tragitto e una volta raggiunta l’autostazione, recatevi a quella degli autobus e prendetene uno per Sabbioso. Ci arriverete in circa 11 minuti. Scesi a Sabbioso dovete prendete quello che da zona Toscanella arriva a Dozza. Soluzione comoda e conveniente. Se avete qualche difficoltà chiedete indicazioni ai passanti!

Se volete prendere un bus diretto dovrete farvi portare da un taxi nella zona di Porta San Donato, dove potrete prenderne uno diretto per Dozza. Arriverete in un’ora e dieci minuti.

Se non avete problemi nel spendere qualche soldino in più potete optare per il taxi. Ci arriverete in 33/40 minuti spendendo tra i 60 e gli 80 euro circa. Purtroppo in Italia non ci sono tante città in cui poter usare Uber.

Queste sono le informazioni su come raggiungere la bellissima Dozza.


Dove mangiare 

In prossimità della caserma dei carabinieri ci sono due locande recensite con un punteggio di 4/5 stelle su TripAdvisor, in cui potrete assaggiare le specialità emiliane. Se le conoscete già o non sono di vostro gradimento, potete optare per una piadina al mitico Caffè Bianco. E’ un posto essenziale e delizioso. Ho assaggiato quella al latte con il salame piccante e il formaggio e devo dire che è la migliore che io abbia mai assaggiato in tutta la mia vita! Si scioglieva in bocca…l’impasto è davvero eccezionale.

Anche i pasticcini sono molto buoni e hanno vari tipi di cappuccini dal sapore davvero particolare. Mi ha colpito tantissimo quello all’aroma di pistacchio! Non vi svelerò tutti i gusti. E’ una sorpresa!


Informazioni su Dozza; cosa vedere e quanto tempo occorre

Non ci sono specifici monumenti da vedere a Dozza, se non i fantastici murales grazie ai quali è diventata molto famosa. La cosa più divertente è stata seguire l’hastag i giorni antecedenti alla gita, osservare bene ogni opera di street art che il borgo offre e andare alla loro ricerca una volta giunti sul posto. Una sorta di caccia al tesoro davvero divertente.

E’ stupendo perdersi nel labirinto delle sue vie e cercare i propri murales preferiti. Alcune sono davvero impercettibili come ad esempio questa…

Desideravo troppo fare questa foto 🙂 Per vedere tutta Dozza serve mezza giornata. E’ un borghetto piccolo quindi non ci impiegherete tanto tempo. Dopo averci trascorso 7/8 ore sarete più che soddisfatti! Se avete più giorni a disposizione potete valutare l’idea di passare mezza giornata a Bologna. Data la sua vicinanza con Dozza ne vale la pena, inoltre possiede delle particolarità non indifferenti e che vanno viste almeno una volta nella vita!


Conclusioni e riflessioni

Che dire…anche l’Italia ha il suo perché e lo sto capendo sempre di più. All’inizio della mia carriera mi ero ripromessa di inserire nella mia gallery di Instagram e in tutte le altre piattaforme social che possiedo, solo immagini relative all’Europa e al resto del mondo. Non volevo che comparisse il paese in cui vivo. Forse per una sorte di tanti rancori personali, cosa che girando varie zone del pianeta sono andati scemando piano piano.

Alla fine mi rendi conto che tutto il mondo è incasinato e che ogni paese ha il suo pallino nero che difficilmente si smacchierà. Che ogni popolo lotta contro qualcosa di grande. L’India è il paese che mi ha frantumato l’anima per le condizioni di estrema povertà, la Thailandia mi ha scioccata per il turismo sessuale con i minori, le zone dell’America centrale per la corruzione ecc, ecc. Ogni paese ha un governo che crea problemi o permette situazioni tremende.

Non esiste uomo al mondo che sia in grado di promettere un sistema governativo perfetto, impeccabile e unicamente a favore dei cittadini e del loro benestare. Anche nei luoghi che io amo definire “paradisi terrestri” ho riscontrato disagi non di poca importanza. Tutto ciò ha aperto la mia mente e mi ha fatto apprezzare l’Italia sempre di più. Ammetto che non desidero restare qui tutta la vita e che potendo andrei a vivere altrove. Non lo dico perché odio il mio paese d’origine. E’ un desiderio di crescita personale. Se prima lo dicevo per rancore, ora lo dico perché so quanto farebbe bene a me stessa.

Spero che le informazioni su Dozza siano sufficientemente chiare per permettervi un soggiorno piacevole e divertente! Godetevi anche il breve video! https://www.youtube.com/watch?v=LX23TFclk6g

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »