Come preparasi per l’India? Bella domanda. Prepararsi emotivamente non è per niente semplice perché non sai cosa aspettarti e la maggior parte dei blog, dei travel blogger e dei turisti che ci sono stati, non fanno altro che raccontarti di quanto sia tutto straordinario ma allo stesso tempo tutto molto complicato, sia dal punto di vista emotivo che da quello fisico.

come prepararsi per l'india

Di come prepararsi emotivamente per l’India, ve ne parlerò appena sarò tornata perché mi serve un’esperienza diretta che ora non posseggo. Di come prepararsi in modo pratico per l’India, ve ne posso parlare già da ora e darvi qualche suggerimento utile per il visto, vestiario, vaccini, viveri…insomma le 4 V che interessano un po’ a tutti!


Come prepararsi per l’india, 6 consigli utili

Spolverate il vostro inglese per il visto!

Un mese prima di partire, ricordatevi che il governo indiano vi obbliga a presentare un visto d’ingresso nel paese. Vi sarà chiesto in quasi tutti i paesi dell’Asia, anche se in alcuni è gratuito e in altri si paga molto caro. Il visto per l’India (ad oggi-28/01/2019), costa 80 USD quindi circa 80 euro a persona. Questo è il sito ufficiale del governo in cui richiedere l’E-Visa: https://indianvisaonline.gov.in/evisa/tvoa.html Non fidatevi di altri siti perché saranno tutti fake, questo è l’unico e il solo dove potrete richiederlo.

Invece che scrivere un articolo su come preparasi per l’India, avrei dovuto farlo per la compilazione del visto 🙂 Finora è stato quello più lungo che avessi mai compilato! 4 pagine di domande in cui ti viene chiesto di specificare i nomi dei tuoi genitori, nazionalità e paese di nascita, sei avete segni particolari nel corpo o nel viso, che lavoro avete fatto in precedenza e quale lavoro state svolgendo attualmente, titolo di studio, un referente in Italia da poter contattare per qualsiasi necessità (via, nome e numero), se avete delle conoscenze in India (se la risposta fosse si, dovrete specificare numero, nome, cognome e la via dell’abitazione), da dove arrivate e dove ripartite per tornare a casa, foto tessera da inserire nel sito oltre alla foto del passaporto, se voi o i vostri parenti siete mai stati in Pakistan e se siete sposati dovrete inserire i dati principali del vostro coniuge ecc,ecc….

Non so se ho scordato qualcosa. Al controllo dei dati che avete scritto, se vi foste sbagliati ad inserire qualche dato, potete modificare massimo due volte. Al terzo errore dovrete ricominciare tutto da capo…per me è stato così ma non avendo prove che questo fatto sia successo anche ad altre persone, non prendetela come verità assoluta. Ad ogni modo potete ricominciare da capo anche se sarà una vera rottura! Al momento del pagamento vi verrà chiesta la paypal o carta di credito.

Ovviamente PAYPAL TUTTA LA VITA.

Dopo neanche un minuto vi arriverà una mail di presa in carico della vostra richiesta assieme al codice di prenotazione da conservare per poter controllare lo stato d’avanzamento della vostra E-Visa. Per riceverla dovrete attendere 72 ore anche se l’approvazione vi arriverà entro poche ore o massimo un giorno.


Come preparasi per un viaggio in India, i vestiti

I vestiti che metterò nel mio bellissimo zaino da 80 litri, saranno tutti di cotone, di svariati colori, non saranno trasparenti, le gonne o abiti saranno tutti lunghi oltre il ginocchio e assolutamente non attillati. Anche se camminerò in centro città, non voglio mancare di rispetto a nessuno e non voglio attirare occhi indiscreti. Sui miei canali social vi avevo mostrato una gonna a fiori davvero stupenda che non vedo l’ora di indossare!

C’è un detto che dice: “esiste un tempo per ogni cosa”, e mentre si gira per Nuova Dheli, Mombai o Varanasi, non è decisamente il momento per andare con pantaloni corti, minigonne e tette al vento. Andrò a visitare tantissimi templi, quindi i miei vestiti saranno sempre casti e all’occorrenza comprerò un velo colorato e coprente da tenere in testa durante tutta la visita.


Vaccini

Non sono qui per dare consigli mirati a nessuno perché 1) non sono un medico e non conosco ne questa disciplina e ne la vostra cartella clinica personale e 2) perché sono scelte personali e famigliari in cui non voglio immischiarmi. Ad oggi non ci sono vaccini obbligatori.

Sicuramente posso consigliarvi fermenti lattici, antibiotici vari e pillole contro mal di gola e mal di testa a causa degli sbalzi di temperatura che subirete, ma a parte questo fate quello che vi sentite in conoscenza. Io sono certa che ognuno di noi conosca il proprio fisico e sappia come lo debba trattare. Ad esempio io ho l’intestino debolissimo e tutte le volte che viaggio torno scombussolata e ho il cagotto perenne quindi ho deciso di assumere l’antitifica.

Potreste consultare il sito di Viaggiare sicuri e controllare cosa vi consigliano di fare. Io ho ricevuto tantissimi buoni consigli anche al centro sanità dove mi sono recata per chiedere altre informazioni e fare alcuni vaccini che mi servivano e richiami vari.


Assicurazione di viaggio

Come prepararsi per l’India o per altri tour nel mondo? Stipulando un’assicurazione sanitaria che in determinati paesi mi sento di dire che sia FONDAMENTALE! In questi posti, la sanità è praticamente nulla, almeno per quanto concerne il cittadino Europeo, che è abituato a determinati trattamenti medici quindi acquistate un’assicurazione di viaggio.

Io mi assicurerò con EuropAssistance, una delle migliori esistenti.


Crema solare

Prepararsi per l’India significa portarsi con se litri di crema solare…l’umidità è talmente soffocante che il caldo non sarà da sottovalutare. Non centra nulla che abbiate la gonna corta e le braccia semi coperte…viso, testa, e parte delle braccia scoperte devono essere cosparse di crema protettiva 50 o più…


Cappello!

Anche un cappellino vi sarà molto utile sempre per via del sole cocente che batterà sulle vostre teste tutto il giorno! Io ho acquistato questo qui. Vi piace?


Viveri (cibo e acqua)

Prima di mangiare in qualsiasi banchetto da street food controllate il livello di igiene e quanta fila ci sia per acquistare il cibo. Solitamente sono due parametri che mi hanno sempre aiutato a non avere troppi problemi all’estero. Tanti viaggiatori sono dell’opinione che siano meno pericolosi di un ristorante, dato che il carrello è munito solo di cibo fresco e non conservato, capita al contrario in un locale in cui ci si può sedere a tavola in cui ci possono servire cibo mantenuto in frigo.  Usate il vostro sesto senso…non saprei consigliarvi altro perché l’abito non fa il monaco…

Bevete solo liquidi in bottiglia chiusa e sigillata! Niente rubinetti o contenitori d’acqua che si trovano solitamente negli alberghi un po’ più di lusso. All’interno potrebbero contenere sia acqua buona che cattiva. A me capitò in Egitto e stetti malissimo per due giorni…A…dimenticavo…NIENTE GHIACCIO!


I miei consigli di come preparasi per l’India sono terminati. Spero che mi seguirete sui miei canali social e spero che vi piacerà tantissimo come sono sicura che piacerà a me. Da questo venerdì inizierò ufficialmente il conto alla rovesciaaaaaaaaaaa!!!

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »