Vivere il Kenya può non essere così scontato per mille ragioni: abbigliamento, oggetti indispensabili, medicine, clima e da non sottovalutare anche l’aspetto emotivo. E’ un paese straordinario rimasto indietro di secoli e secoli e come ogni buon viaggiatore sa “paese che vai usanze che trovi”. Questo principio si può allargare a tutti gli aspetti sopra riportati e che vorrei approfondire con i miei lettori. Una volta giunti a Watamu sarà davvero difficile raggiungere un altro posto dove acquistare quello che ci siamo scordati, quindi facciamo attenzione a “cosa mettere in valigia”. Vivere l’Africa nella giusta maniera può fartela scendere nel cuore vita natural durante.

Per vivere l'Africa al meglio è necessario partire preparati
Una giraffa che fa il suo pranzo nel parco dello Tsavo

Vivere il Kenya; l’abbigliamento corretto

E’ sottinteso l’Africa sia un paese molto caldo quasi tutto l’anno. Le temperature a cui siamo abituati sono diverse da quelle che percepiremo lì e non è paragonabile a quello italiano. Certo anche il Kenya ha le sue stagioni. Il viaggio di gruppo che sto preparando si terrà a febbraio che è un ottimo periodo per visitare questa zona in particolare.

Nella mia valigia non mancheranno pantaloncini e magliette comode e di cotone. Inserirò anche indumenti colorati e ometterò vestiario nero e rosso…vi spiegherò perché nell’articolo in cui vi parlerò di come ci si prepara per un safari nello Tsavo. Portate dei vestiti facilmente lavabili in modo da avere una valigia più leggera e lasciare più spazio possibile ad oggetti che potrete regalare ai locali bisognosi. Per proteggervi dal sole e vivere il Kenya al meglio dei suoi usi e costumi, non dimenticate il cappello o copricapo. Vi sarà davvero utile, forse indispensabile. Potete sbizzarrirvi sullo stile dato che la cultura africana ama la fantasia.

So che raccomandare certe cose a molti di vuoi può risultare “scontato”, ma vi assicuro che ho visto ragazze con tacco 12  addentrarsi nell’Acropoli di Atene…praticamente un suicidio.


Tutto ciò che è indispensabile per un viaggio in Africa

 

Nel nostro bagaglio non può mancare un ottimo repellente per gli insetti. Anche se non troveremo zanzare, Watamu è una zona immersa nella natura, quindi è normale essere a contatto con qualche altro animaletto. Portate TUTTE le medicine da viaggio che potranno servirvi: antibiotici, enterogermina, farmaci di base per qualsiasi piccolo disturbo mestruale, bruciore di stomaco e pasticche contro il mal di testa.

Stipulate un’assicurazione di viaggio. Ve ne ho parlato qui, nel post che descrive nel dettaglio il programma.


Altri oggetti indispensabili per vivere l’Africa al meglio

 

 

Inutile dire che in Africa c’è un gran sole e che tramonta solo alle 19:00 di sera! Gli occhiali da sole sono OBBLIGATORI! Io utilizzo quelli della Southway e mi trovo benissimo sia a livello di materiale, che giudico ottimo, sia per il prezzo degli eyewear. Amo il loro design e ne hanno creato uno per ogni viaggio. Sto già pensando quale acquistare per vivere il Kenya a febbraio. Vi lascio il link qui per dare una sbirciatina e ordinarli per tempo. Sui miei canali social troverete spesso stories in cui vi parlo di questi accessori e delle promozioni mensili che l’azienda offre ai suoi clienti.


Le creme solari

Durante i miei viaggi ho provato molte marche di creme solari. Ne ho diverse da consigliarvi. Portatevi quelle protezione 50 ed applicatele tutti i giorni, anche se sarete abbronzati. Dopo averla applicata, potrete mettere un po’ di abbronzante ma solo dopo aver preso un po di colore. La pelle deve abituarsi alle temperature quindi è meglio non stressarla. Io utilizzo i prodotti protettivi e abbronzanti di Yves Rocher.

In realtà è una linea con un ottimo rapporto qualità-prezzo, in grado di offrire prodotti di vario genere come ad esempio i kit da viaggio come questo. Un’altra linea davvero incredibile è la Piz Buin e l’Australian Gold. Se vi interessano i prodotti YR, potete contattarmi via mail e vi comunicherò il nome della mia beauty consultant di fiducia.


Soggiornare in Kenya con il Termos

Una delle più belle invenzioni di tutti i secoli. Il termos di Decathlon costa davvero pochissimo e mantiene l’acqua fresca per almeno 12 ore! Provare per credere! Ne ho già acquistati due da portare a Watamu Beach. L’acqua è un bene prezioso che vi verrà fatto pagare a caro prezzo nel bar della spiaggia. Watamu è fornita di piccoli minimarket che vendono bocce d’acqua, che potete acquistare e riporre all’interno del frigo della vostra camera. Potete riempire ogni giorno il termos di acqua fresca che vi durerà tutto il giorno senza rischiare virus intestinali o di spendere troppo.


Binocolo per vivere il Kenya e i suoi splendidi safari

Un altro oggetto utile per vedere bene gli animali più lontani è un buon binocolo! Per chi invece vuole immortalare i ricordi dell’intera vacanza, non si dimentichi di mettere in valigia reflex o go pro 🙂 Vedrete degli scenari spettacolari…


Carta di credito e contanti

Quando si viaggia all’estero è importante avere sempre con sé una o più carte di diversi istituti di credito cariche di denaro, oltre che ai contanti stessi.

Soprattutto quando viaggiamo in zone molto povere del pianeta, non possiamo avere la certezza che gli ATM presenti sul posto siano abilitati a fornire il denaro della nostra specifica banca. Questo mi è capitato a Kuala Lumpur. Porto la Malesia nel cuore anche per questo motivo 🙂 A momenti non svengo. Non riuscivo a ritirare il denaro e non avevo euro da scambiare. Li avevo provati quasi tutti ma niente. Panico. Non riuscivo ad accedere in nessun modo al bancomat. Una volta recuperata la calma mi sono resa conto che negli ATM in cui avevo provato a ritirare i soldi non c’era lo stesso simbolo che avevo sulla mia carta, quindi ovviamente non funzionava.


Adattatore universale

Lo stesso discorso fatto per gli ATM vale anche per le prese elettriche. Quando andai a Cayo largo mi ricordarono che avrei dovuto acquistare l’adattatore universale per ricaricare tutti i miei dispositivi. Si acquistano in un qualsiasi negozio di elettronica. Una volta comperati vi saranno utili in tantissimi altri paesi del mondo.


Fotocopia del passaporto

In caso perdeste il vostro passaporto, una fotocopia a colori potrebbe aiutarvi a tornare a casa. Uso il verbo condizionale perché non conosco ogni legge di ogni stato. Ci sono nazioni più rigide e nazioni meno rigide al riguardo. Il problema non è tanto l’esibire un altro documento valido per tornare in patria, perché basterebbe la patente o la carta d’identità, ma il fatto di aver registrato il biglietto aereo con un altro documento.

A causa del terrorismo e di altri atti di criminalità gli accertamenti sul vostro conto, potrebbero risultare davvero lunghi e sfinenti prima di ricevere il consenso per tornare con altra documentazione. Fate in modo di non perderlo mai e di tenerlo sempre in un posto sicuro e sotto chiave.


Sarà uno dei viaggi più belli che si possano fare nella vita. Dicono che esista il mal d’Africa. Non vedo l’ora di testare se sia così. Spero di vivere il Kenya a Febbraio insieme a tantissimi lettori!

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »