Ecco perché amo la Thailandia: i suoi splendidi sorrisi, l’incondizionata generosità, la pace mentale e fisica che solo loro sanno donarti e infine il turbinio di sapori delle ricette thailandesi che ti avvolgono dal primo all’ultimo giorno.

Le ricette thailandesi ti conquistano il cuore

La cucina orientale è diventata molto importante per gli italiani. Il cibo thailandese, cinese e giapponese ha conquistato il palato di molti facendoci provare sempre più interesse per la loro cultura, i loro luoghi, la loro storia e religiosità. Tutto questo ci ha aiutato a scoprire sempre più da vicino questi posti incantevoli, diversi, lontani. Unici.

La gastronomia thailandese è un must anche per i thailandesi stessi che già dalle prime luci dell’alba amano cimentarsi fra tante ricette tipiche e sfiziose che hanno da offrire agli stranieri in visita. Appena metterete piede in questo straordinario paese i vostri occhi, il vostro olfatto e il vostro palato saranno avvolti dalle tante postazioni di street  e fast food presenti in ogni angolo di Bangkok, o altra città Thailandese. Diciamocelo…il cibo è cultura e quindi fa parte del viaggio!


Ricette thailandesi; il gusto che non dimenticherete

Uno dei modi per non sbagliare MAI e dico MAI quando si tratta di scegliere il cibo per il nostro pranzo o cena, è quello di optare per la ricetta tipica del luogo che si visita. Come fare? Semplice. Esistono tre modi: guardare sul web, chiedere a qualche amico o conoscente che c’è stato prima di noi e terzo affidarsi ai travel blogger, che se sono “veri travelers” avranno assaggiato senz’altro gli alimenti principali del posto.

Pad Thai

Questa ricetta thailandese è una delle più apprezzate da tutto il mondo. Prevede una ciotola di noodles (tipo di pasta simile agli spaghetti italiani) fatti saltare in padella con uova, verdure, tofu, carne o pesce e granella di arachidi servita a parte. Io ho provato la versione con il pesce e devo dire che sono rimasta sconvolta dalla bontà degli ingredienti intelligentemente mischiati fra loro!

Il Pad Thai è il piatto che più si avvicina ai sapori italiani grazie all’intenso sapore dei gamberi che si mescolano e sposano delicatamente a quello delle arachidi sbriciolate che gli danno un’identità ancora più definita, anche grazie all’aggiunta dei noodles che fungono da mediatori, regalando un sapore neutro e una terza consistenza davvero particolare! In poche parole vi conquisterà e quando ripartirete per tornare nel vostro paese d’origine vi mancherà!


Som Tam

Il mangiare Thailandese spesso comporterà che il vostro palato si incontri con cibarie come pesce di vario genere e spezie piccanti. Il Som Tam è un’insalata che viene preparata spesso nelle bancarelle, a base di papaya resa fine grazie al mortaio, arachidi, gamberetti, granchio, pesce fermentato, pomodoro e piccante. Il gusto è molto intenso ma sicuramente tipico ed unico.

Amo sia il peperoncino che il pesce. Essendo del sud adoro questi due alimenti, di conseguenza considero la cucina thailandese fatta su misura per me. Tuttavia in ogni piatto thai troverete un sapore nuovo e inusuale, che vi conquisterà e che dopo qualche boccone, rilasserà il vostro viso spaesato al primo impatto con un ingrediente mai assaggiato prima, come ad esempio la papaya!


Tom Yum Soup; cambiano le consistenze

Non potete dire di aver assaggiato il cibo thailandese se non avete provato almeno una zuppa, che costituisce da sempre il piatto forte sia a pranzo che a cena.

La Tom Yum Soup,  viene preparata con latte di cocco, gamberi, funghi, lime, lemongrass e infine l’ingrediente di base per quasi tutte le ricette thailandesi: il piccante!
Assaggiandola sentirete come un’esplosione di sapori e consistenze diverse che vi affascinerà tantissimo!


Khao khai chiao, per una colazione perfetta e in stile thai

La colazione thailandese è sicuramente tre le più particolari che proverete. Come vedete dalla foto è una specie di omelette farcita con del riso, succo di lime, aceto, e in alcuni casi addirittura il sugo di pesce versato sopra per guarnire il tutto.


Accortezze

La cucina orientale racchiude tantissimi sapori impreziositi da spezie di ogni genere. Chi soffre di allergie alimentari deve tenerne conto e prepararsi accuratamente ad affrontare il problema. Quello che posso consigliarvi è di stilare una lista degli ingredienti che non potete mangiare, per problemi di salute o per gusto personale, e tradurli sia in inglese che nella lingua locale!

Prima di ordinare un piatto chiedete SEMPRE quello che c’è dentro e controllate che non vi crei alcun danno. Ricordiamoci che la sanità non è concepita e curata come in Italia. Se organizzate il viaggio per conto vostro, pagate un’assicurazione online che vi fornisca sicurezza e tutela.

Prima di scegliere “dove” mangiare, osservate bene “chi” è seduto al tavolo delle bancarelle o “quante” persone sono sedute o in piedi o in fila. Se vedete molti Thailandesi cenare o pranzare in un determinato posto allora siete sulla buona strada! Il principio è sempre lo stesso in tutti i paesi; dove c’è cibo buono e sano lì troverai anche i suoi abitanti! Il secondo principio base è la quantità di clienti che il carretto di street food possiede! Dove c’è tanta gente, allora troverete gusti eccellenti e cordialità.


Cibi cotti o fritti; evitate gli alimenti freschi

Si sa, all’estero l’acqua non è la stessa che abbiamo qua in Italia e questo gli stranieri lo sanno bene. Se volete cimentarvi fra le ricette thailandesi, cercate di assaporare sempre cibi cotti o fritti, in questo modo non avrete grossi problemi con i batteri, anche se un mese prima della partenza, a seconda del vostro fisico, vi consiglio di assumere dei probiotici e  l’enterogermina. Assumete questi farmaci anche durante TUTTA la durata del viaggio. Per maggiore sicurezza potreste chiedere al vostro medico di prescrivervi dei medicinali contro le intossicazioni alimentari.

Se volete assaggiare la frutta locale compratela con la buccia e lavatela con acqua in bottiglia acquistandola nei vari 7 eleven che troverete dietro ogni via della città. Grazie all’involucro l’interno sarà protetto da batteri, polvere e germi.

Un altro modo per evitare problemi intestinali è quello di osservare il comportamento di chi cucina. Mi spiego meglio. Se vedete che il cibo viene cucinato al momento significa che è fresco e che potete stare tranquilli. Se vedete che lo chef ha le mani in mano perché il cibo è già posizionato sulla bancarella, allora occhio! Significa che è stato cotto al mattino e lasciato sotto il sole sotto le elevate temperature thailandesi, nonché impregnato di smog…Il cibo che non vi darà problemi sarà quello che verrà tenuto in un frigo con ghiaccio dentro.

Un altro buon consiglio è quello di non recarsi a mangiare quando la fame si fa sentire pesante. Osservare il comportamento degli ambulanti con le cibarie può richiedere molto tempo. Nelle vie più conosciute troverete una bancarella dietro l’altra e non sarà facile scegliere dove mangiare. Non dovete decidere con la fretta! Iniziate la ricerca mezz’ora prima di cenare o pranzare e vedrete che prenderete la decisione giusta!


Assaggiare le ricette thailandesi ti fa sentire parte di loro ed è un’esperienza che vi consiglio di fare perché vi farà vivere il viaggio a 360 gradi e con la massima intensità e curiosità. Mi sono innamorata dell’Asia. Mi sono innamorata di ogni aspetto. Mi sono innamorata di come mi faceva sentire mentre ero lì. Mentre cercavo di capire, di immedesimarmi, di provare, osservare e testare. E’ un posto meraviglioso.

Se dovete partire per la Thailandia non scordatevi gli occhiali da sole a casa! Consultate questo sito internet: https://southway.it/ 

Ne hanno di meravigliosi e con ottime caratteristiche per proteggere i vostri occhi e rendere i vostri selfie perfetti!

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

2 Comments
    1. Ciao Viola! Anche a me veniva fame mentre lo scrivevo 🙂 Quella vietnamita mai assaggiata. Andrò in Vietnam e in Cambogia ad ottobre 2019 e non vedo l’ora di assaggiare tutto!!! Un grande bacio e abbraccio!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »