Questa estate ho voluto organizzare un on the road alla scoperta di Rodi, e in tutta onestà, non avrei mai immaginato di scrivere un articolo che si intitolasse: “il mio tragicomico viaggio a Lindos”.

Il mio tragicomico viaggio a Lindos

Armata di zaino, occhiali della Southway e finalmente di una buona reflex, parto alla scoperta di Rodi. Il primo giorno l’ho passato in una delle spiagge meno conosciute dell’isola, che si trova a 3 chilometri e mezzo da Arcangelo, il paesino dove sto tutt’ora soggiornando.

E’ logico che cerco sempre di scoprire posti nuovi, poco conosciuti e valorizzati…è il mio lavoro e lo amo proprio per questo motivo, perché mi regala una vita avventurosa e da raccontare, anche se non avrei mai creduto che si sarebbe trasformato in un viaggio tragicomico! Tuttavia adoro anche visitare posti conosciuti e famosi…se sono importanti e valorizzati sul web ci sarà un motivo e meritano di essere visitati, anche se affollati.


Il mio tragicomico viaggio a Lindos

Il secondo giorno del mio viaggio, lo passo in una delle tante spiagge di Lindos, altra cittadina tipica e molto interessante da vedere! Una volta arrivate le 18:00, abbiamo levato le tende per cambiarci e poterla visitare freschi e puliti. Mio marito, che sottolineo amo e adoro, va a prendere l’auto mentre io rimango in strada a controllare tutti i nostri effetti personali.

Passano 5…10…12 minuti e ancora non lo vedo arrivare…Finalmente sento la sua voce dall’alto del parcheggio senza scorgere l’auto. Chiedo perché non l’avesse portata giù e la risposta che mi da, credetemi, è la meno bella che una persona vorrebbe sentirsi dire in vacanza o durante un viaggio; Selly c’è un problemino…la macchina non parte. Adoro quando Fabiano sdrammatizza ogni problema definendolo “problemino”. E qui inizia il mio tragicomico viaggio verso la disperazione più totale.

All’inizio credevo che scherzasse, ma quando mi sono resa conto che era tutto vero sono andata in panico…Non è stato facile stare calma dato che non sapevo a chi rivolgermi. Lindos è un piccolo paese di mare e la maggior parte delle persone che avevano parcheggiato l’auto nel nostro stesso parcheggio, erano turisti con una macchina a noleggio, sprovviste di cavi per far ripartire l’auto in caso di batteria scarica.

Ovviamente la batteria della macchina era completamente a terra perché QUALCUNO, non faccio nomi e cognomi, si era scordato i fanali accessi…


Il mio tragicomico viaggio, che disperazione!

Inutile dire che abbiamo fermato praticamente tutti gli abitanti che incontravamo senza alcun risultato; nessuno in Grecia gira con i cavi. Abbiamo addirittura ricevuto aiuto da un ragazzo Greco, davvero gentile e disponibile, che ci ha aiutato per almeno mezz’ora a spingere l’auto senza risultato. Due ragazze tedesche ci hanno consigliato di chiedere i cavi ai Tassisti ma anche loro non ci hanno potuto aiutare. Ci hanno prestato soccorso anche un gruppo di ragazzi Bresciani che avevo scambiato per turisti inglesi 🙂 Fortunatamente fanno tutti crossfit, quindi chiedergli di spingere la macchina avanti e indietro per il parcheggio, nella speranza di farla ripartire, è stato un gioco da ragazzi… 🙂 Anche in questo caso, nessun battito da parte del mezzo; la macchina era morta.

L’unica speranza che ci restava era di attendere i rinforzi da parte della compagnia che ci aveva affittato l’auto e di continuare a chiedere aiuto ad ogni macchina che passava. Ah…dimenticavo…i telefoni erano quasi scarichi e in più la sede delle auto a noleggio distava un’ottantina di chilometri da dove eravamo bloccati noi. Stavo ormai per perdere le speranze, quando vedo passare per la strada un’auto vecchia, brutta e scassata. Ho pensato: “tentar non nuoce magari proprio perché è un auto datata avrà i cavi”.

Bhe amici…se vi sto scrivendo l’articolo potete immaginare com’è andata a finire. Siamo ancora qua nel parcheggio… scherzo! Anche se, il proprietario, era bruttino lo avrei baciato e abbracciato perché finalmente, dopo ore avevamo i cavi per dare carica alla batteria! A momenti il povero Marco non rimane fritto, dato che erano abbastanza usurati, ma è andato tutto bene ed è ripartita subito. Dopo 10 mila ringraziamenti, siamo ripartiti e giunti ad Annula Pension sani e salvi.


Che avventura ragazzi…se ci penso a mente fredda mi viene da ridere…vi assicuro che in questi momenti lo sconforto che ti assale è allucinante. Oltre ai sentimenti negativi ti assalgono mille dubbi: a che ora arriveranno i soccorsi? Sarò stata in grado di spiegargli il punto preciso in cui mi trovo?

D’altra parte volevo una vita avventurosa e caspita se c’è l’ho e confermarmelo è stato il mio tragicomico viaggio in Grecia. Soprattutto adoro avere sempre qualcosa da scrivere sulle mie vacanze e su come affrontarle perché non capiti a qualcun’altro ciò che è successo a me! Un piccolo consiglio posso darvelo…se decidete di fare un on the road, controllate sempre che le luci dell’auto siano spente 🙂

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

2 Comments
  1. Mi hai strappato un sorriso con la tua tragicomica esperienza, so che mentre la vivi non è affatto divertente ma gli imprevisti servono proprio a superare gli ostacoli che incontriamo per poterci ridere su quando li oltrepassiamo…poi t’immagini che noia un viaggio perfetto dove non succede nulla????😂😂😂😂😂
    Un abbraccio e alla prossima avventura😜

    1. Ciao Veronica! Hai ragione 🙂 un viaggio diventa bello ed interessante proprio se è imprevedibile…non ti nego l’ansia che ho provato in quel momento 🙂 Sicuramente la prossima volta guiderò io… ahahahahah.
      Un bacione e alla prossima avventura!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »