Se c’è una cosa che amo fare quando svolgo il mio lavoro è di poter visitare posti nuovi e luoghi particolari; il Museo del bottone di Sant’Arcangelo mi ha davvero stupita! Piccolo, grazioso ed essenziale ma soprattutto particolare! Se vi dicessi che la storia può essere trasmessa e raccontata anche grazie alla testimonianza dei bottoni ci credereste mai? Io non lo credevo possibile…e mi sbagliavo!

Il Museo del bottone è unico al mondo


Il Museo del bottone: uno modo diverso per raccontare la storia

Come anticipato, la storia può essere raccontata in diversi modi e tramite svariati oggetti e questa volta a raccontarcela sono proprio i bottoni. Questa mostra è davvero unica, in quanto è la sola in tutta Italia!

Il fondatore, Giorgio Gallavotti, mette alla luce il Museo del bottone, durante la lezione speciale all’interno del seminario: “La memoria materiale della moda”. Giorgio era titolare di una merceria aperta dal padre nel 1929, in cui vi erano due intere pareti di scatole di bottone. Dopo un’estrema cura, ha esposto il suo brillante lavoro tramite due eventi organizzati nel 1996. Nel 2001 l’amministrazione comunale ha deciso di premiare la passione e il duro lavoro di Gallavotti, facendogli esporre la collezione in un negozio del centro cittadino.

Ultimamente mi capita spesso di scrivere di viaggi, che in qualche modo, si legano al mondo della moda. Camminando per la cittadina di Sant’Arcangelo mi ci sono imbattuta per pura casualità. Ovviamente non ho perso l’occasione di visitarlo. L’ingresso è libero e la sua stazza di modeste dimensioni.

Vi lascio il link per trovare tutte le informazioni. http://www.bottoni-museo.it/

Se visitate la cittadina lo troverete in Via della Costa,11


La mission del Museo del bottone

Vi è mai capitato di entrare in un museo, che seppure importante, vi appesantisce mentalmente non appena varcata la soglia? Il Museo del bottone nasce con tutt’altra intenzione: vuole portare i suoi visitatori con leggerezza ed un tocco di gusto, al conoscimento del giusto valore di questi piccoli ed eleganti oggetti.

Grazie ad attente analisi storiche si è facilmente arrivati a riprodurre in miniatura piccoli pezzi di epoche storiche fra le più disparate iniziando proprio dai materiali dei bottoni che rivelano sia la loro provenienza sociale, che i mutamenti tecnologici ad essi collegati.


Le visite al Museo del bottone

Il Museo del bottone apre 10 anni fa e la crescita dei visitatori è in continuo aumento. Si contano ben 65.000 presenze annue. A Sant’Arcangelo, si potrà ripercorrere la storia Italiana del ‘900 e grazie ad altri importanti pezzi anche quella del ‘600, ‘700 e ‘800.

La collezione è davvero molto ricca e gran parte arriva dall’archivio del padre di Giorgio. Penso sia doveroso esprimere i miei sentiti complimenti alla famiglia Gallavotti per aver trasformato la propria passione in un qualcosa di concreto e utile.

L’11 marzo, Yuuka Miyazono, ha organizzato un viaggio in Italia dal Giappone proprio per visitare la mostra! La donna ha donato al museo un bottone moderno di estrema bellezza ed importanza e il post su Facebook ha ricevuto un ottimo riscontro, sia agli occhi dei cittadini italiani che giapponesi.

Nel 2019, La Japan Button Society, organizzerà un viaggio in Italia alla scoperta del museo. Amo l’idea che il mondo dei viaggi si colleghi così abilmente ad altre ideologie importanti. Chi pensa che la moda sia solo un effimero passatempo non ha capito nulla: la moda è storia e arte e i bottoni hanno molto da raccontarci. 


La cittadina romagnola ci porta indietro nel tempo con estrema delicatezza, un tocco di chick e soprattutto di originalità. Moltissimi appassionati continuano a donare al museo dei bottoni d’epoca, contribuendo alla ricchezza di un luogo unico in Italia e conosciuto in tutto il mondo.

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »