Ultimamente il tema “Viaggio” ha assunto il carattere e le particolarità di un ognuno di noi. C’è chi ama organizzare un viaggio da solo, chi in gruppo, chi in famiglia, con il proprio partner e chi con gli amici. Purtroppo ci capita anche di pianificare un viaggio con un amica nemica

 

 

Quando ero ancora una ragazzina i miei genitori mi diedero la possibilità di decidere con chi viaggiare quell’estate che non dimenticherò mai. Decisi, senza pensarci due volte, di partire in viaggio con un’amica.

Non mi sono mai chiesta se conoscevo davvero la persona con cui avrei affrontato due settimane di convivenza. Qui arriva il mio primo consiglio.

Prima di partite per un viaggio, per evitare situazioni spiacevoli ed irrecuperabili, trovate il tempo di chiedere al vostro compagno di viaggio cosa si aspetta da esso. Cosa gli piacerebbe vedere, come pensa di affrontare il viaggio con voi. Chiarite da subito i vostri desideri e fastidi. La sincerità è alla base di tutto: sopratutto in viaggio.

“Amica”…Così credevo.

Dovevo passare due splendide settimane al mare divertendomi e invece mi sono ritrovata a dover passare l’inferno. Appena arrivata a destinazione mi arrivò il ciclo mestruale e come avrebbero fatto la maggior parte delle ragazze, volevo solo stare al fresco nella casa vacanze in cui alloggiavamo. In pochi giorni mi ritrovo a più di mille chilometri da casa in balìa di una squilibrata che mi ha costretto a suon di nomi e minacce a venire al mare con lei con ben quaranta gradi.

 

E’ capitato anche a voi di partire per una vacanza organizzata con buoni propositi e di ritrovarvi a dover discutere ogni giorno con il vostro compagno di viaggio?

 

Ecco alcuni consigli che vi do se doveste trovarvi nelle tipologie sotto riportate. Userò termini al femminile per comodità di scrittura ma le stesse risposte valgono anche per gli uomini.

 

La vostra “amica nemica” vi impone con modi sgarbati di fare una determinata escursione che proprio non avete voglia di fare?

 

Come dovreste rispondere: Cara “amica”, io ti impongo cosa fare o non fare nella tua vita? NO. Abbiamo organizzato di passare le vacanze assieme… non ogni singolo secondo, quindi vado dove mi pare e piace.

 

La vostra “amica nemica” sta sempre e solo con il cellulare in mano come se fosse in vacanza da sola?

 

Come dovreste comportarvi: Cara “amica”, se volevi fare un viaggio da sola bastava dirlo che partivo con un’amica che sa cosa significhi il termine.

 

La vostra “amica nemica” vi abbandona per una cotta presa sul posto?

 

Come dovreste comportarvi: Cara “amica”, ma con tutti gli uomini che ci sono sul pianeta, ti pare carino lasciarmi completamente sola per via degli ormoni che tu non riesci a controllare, mentre siamo in vacanza assieme?

 

La vostra “amica nemica” vuole restare tutto il giorno in albergo a dormire.

 

Come dovreste comportarvi: Cara “amica”, il mondo è troppo bello per passarlo in camera a dormire la maggior parte del tempo, ti auguro buon riposo ma io esco!

 

Questi sono solo alcuni esempi eclatanti che mi sono stati riportati dalle mie lettrici. Quello che credo è che un viaggio sia la cosa più bella al mondo e che potrebbe facilmente capitarci di non poter tornare mai più nello stesso posto nell’arco della nostra vita.

 

Il mio consiglio, sopratutto quando si viaggia in compagnia, è VIVI E LASCIA VIVERE! E’ bello condividere una vacanza insieme ma deve essere un momento memorabile per entrambe.

In viaggio con me

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di una donna non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.

2 Comments
  1. Io ho fatto poche vacanze con le amiche principalmente perché amo viaggiare da sola proprio evitare le scocciature di cui racconti tu. Una vacanza è stata meravigliosa perché ero con una di quelle amiche con cui ero in perfetta sincronia, avevamo anche fame nello stesso momento e quando una voleva passare la sera fuori per l’altra non era un problema rilassarsi da sola in hotel e viceversa. Le altre volte, meh. Una di queste vacanze mal assortite era una settimana in una capitale europea con un’amica completamente diversa da me. Ti dico solo che a un certo punto ci siamo divise per poi ritrovarci il giorno dopo perché volevamo fare cose completamente diverse. Eravamo anche in hotel diversi perché non siamo riuscite ad accordarci su dove stare!!!!

    1. Ciao Paola. A mio parere il viaggio è una cosa sacra che nessuno deve rovinare. Hai fatto bene a prendere posizione con questa amica terminando la vacanza secondo le tue esigenze. Continua a viaggiare da sola è un ottimo modo per ritrovare se stesse e decidere giorno per giorno che mete raggiungere.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »